rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Velletri

La truffa del mattone: acquistava materiali edili con assegni falsi

La polizia ha smascherato e arrestato un uomo di 46 anni

La truffa del mattone. A metterla in atto un 46enne che aveva raggirato diverse aziende di rivendita di materiale edile del Lazio. Raggiri messi a segno tra Velletri e i Castelli Romani. A smascherarlo gli investigatori del commissariato di Velletri, diretto da Luca De Bellis.

Le indagini hanno preso spunto dalla denuncia presentata da un commerciante che aveva raccontato di essere stato contattato circa 15 giorni prima da una ditta presso cui si rifornisce. La possibile vittima ha poi raccontato che una persona si era presentata presso di loro per un acquisto di 20 cassette da scarico richiedendo che fossero fatturate a nome della società di cui è titolare la vittima, operazione fortunatamente non andata a buon fine grazie all’intuizione dei commessi. 

Con la stessa tecnica però il malvivente era riuscito ad effettuare l’acquisto dello stesso materiale presso un’altra ditta dove aveva pagato con un assegno andato insoluto per firma illeggibile.  

Nel corso delle attività investigative messe in atto dagli investigatori del commissariato, si è scoperto che il il truffatore era destinatario di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la corte di Appello di Roma per aver riportato condanne per truffa, ricettazione e sostituzione di persona. L’uomo, intercettato all’interno di una struttura ricettiva, è stato accompagnato in carcere dove dovrà scontare una condanna a 5 anni, 11 mesi e 21 giorni di reclusione oltre al pagamento di una multa di 2950 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La truffa del mattone: acquistava materiali edili con assegni falsi

RomaToday è in caricamento