rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca Albano Laziale

La truffa della Madonna di Lourdes, entra in casa dell'anziana e le svuota la cassaforte

Vittima una donna di 85 anni. La denuncia alla caserma dei carabinieri di Albano Laziale

Sotto choc, turbata e sconvolta per essere caduta nel tranello, ha raccontato tutto ai propri figli. Incredula di essersi fatta truffare da quella donna dai modi affabili che l'ha prima convinta a portarla a casa e poi, facendo leva sulla fede religiosa, si è fatta aprire la cassaforte e consegnare tutto quello che aveva. Vittima della truffa della Madonna di Lourdes una 85enne, raggirata nella sua abitazione di Albano Laziale, ai Castelli Romani. 

La truffa della Madonna di Lourdes

Ma in cosa consiste la nuova truffa della benedizione della Madonna di Lourdes? In linea di massima come gli altri raggiri. Messa nel mirino la vittima, presumibilmente adocchiata da qualche giorno, la fantomatica devota della Santa ha avvicinato la propria preda dopo che la stessa era uscita da casa al mattino. Sono da poco passate le 10:00 di giovedì scorso - 23 febbraio - quando l'85enne viene avvicinata con un pretesto da una donna dai modi gentili. "Sono una devota della Madonna di Lourdes, anche lei è una credente?", le parole pronunciate dalla truffatrice per agganciare la vittima facendo leva sulla fede cattolica. 

Svuotata la cassaforte 

L'anziana cade nel tranello, la truffatrice la raggira con le parole, le parla dei viaggi miracolosi a Lourdes, la convince che può benedirla con l'aiuto della Madonna. L'85enne è oramai in balia della sua carnefice che le chiede una offerta. Ma non ha sufficiente denaro con sé. Per questo le apre la porta della sua abitazione in via Ancona e la fa entrare in casa. La truffatrice prosegue con il suo copione e convince l'anziana a farsi consegnare tutto quello che ha. La signora apre la cassaforte e le mette in mano 5mila euro, oro e gioielli. Dopo poco più di dieci minuti l'affabile donna si allontana, con la promessa di ritornare a trovarla. 

La denuncia 

L'anziana rimane da sola in casa, poi si rende conto di quanto accaduto e - nonostante la vergogna di essere caduta nella rete della truffatrice - chiama i propri figli e gli racconta l'accaduto. Dopo cinque giorni la donna si presenta alla caserma dei carabinieri della stazione di Albano Laziale e denuncia la truffa. Un allarme sociale, con la nipote e il figlio dell'anziana che hanno segnalato quanto subito dalla donna sui gruppi social dei Castelli Romani: "In Via Ancona una signora di media statura con cappello a falde larghe nero si è introdotta in casa di mia nonna convincendola a entrare perché credente nella Madonna - il post reso pubblico dalla nipote -. In poco più di 5 minuti, dopo averla stordita, le ha svaligiato casa. E successo tutto tra le 10.31 e le 10.40". "Attenzione a tutti. Sta girando per Pavona una donna bassa con un cappello - l'allarme lanciato dal figlio della vittima -. È entrata dentro casa di mia madre ed ha rubato tutto. Se qualcuno dovesse vedere o avere qualche sospetto, per favore, chiamate i carabinieri o la polizia".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La truffa della Madonna di Lourdes, entra in casa dell'anziana e le svuota la cassaforte

RomaToday è in caricamento