rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Scoperta truffa-vacanze: in 8 pagano biglietto aereo, ma restano a terra

Denunciati titolare e dipendente di un'agenzia di viaggi. Almeno i viaggiatori truffati per una somma di oltre 26mila euro. L'artefice della truffa è tuttora irreperibile

I carabinieri hanno denunciato la titolare di un’agenzia viaggi e un dipendente entrambi incensurati, con l’accusa di truffa. I due sarebbero colpevoli di non aver prenotato i voli a clienti che avevano già pagato i biglietti. 

Gli ignari “aspiranti” vacanzieri, durante i mesi di giugno e luglio scorsi, si sono rivolti all’agenzia, situata in zona San Pietro, per prenotare i tanto agognati viaggi estivi. Ecuador ed altre mete esotiche le destinazioni interessate. Le prenotazioni non destavano il minimo sospetto perché, in cambio del versamento di una caparra, l’agenzia inviava una mail informando i clienti che il biglietto era stato effettuato correttamente. 

Lo status dei viaggiatori è passato in breve da 'vacanzieri' a 'truffati'. Una volta raggiunto l’aeroporto, infatti, i clienti dell'agenzia hanno scoperto che non vi era alcuna prenotazione a loro nome. Al momento i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno acquisito le denunce di 8 vittime ma non è escluso che ci possano essere altre persone vittime dell'inganno. 

La maxi truffa, del valore accertato di 26mila euro, sarebbe stata architettata da un dipendente, 52enne, tuttora irreperibile, a cui i clienti avevano consegnato gli anticipi per l’acquisto dei biglietti aerei, all’insaputa della titolare che si definisce anch'essa vittima dell’inganno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta truffa-vacanze: in 8 pagano biglietto aereo, ma restano a terra

RomaToday è in caricamento