Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Tribunale, orari d'apertura al pubblico ridotti: ora decide il Tar

Il presidente e il dirigente amministrativo del tribunale capitolino hanno limitato l'orario di apertura al pubblico di uffici e cancellerie. Un gruppo di avvocati ricorre al Tar: oggi la decisione

Dal primo dicembre al 30 gennaio, per tre ore e mezzo al giorno (dalle 9 alle 12.30), il Tribunale di Roma apre gli uffici al pubblico: questo il provvedimento "sperimentale" preso dal presidente e dal dirigente amministrativo del tribunale di Roma che di fatto ha limitato l'orario di apertura al pubblico delle cancellerie e degli uffici della sede giudiziaria capitolina. Un gruppo di avvocati, tra i quali il consigliere dell'Ordine Mauro Vaglio, il delegato romano dell'Oua Antonino Galletti, l'ex presidente del Consiglio forense Alessandro Cassiani, e i consiglieri Pietro Di Tosto e Donatella Ceré, si sono rivolti al Tar per contestare il provvedimento con il quale è stata disposta l'apertura al pubblico degli uffici - dal primo dicembre al 30 giugno - per tre ore e mezzo al giorno, dalle 9 alle 12.30.

Ieri il ricorso è stato discusso in camera di consiglio; oggi il Tar deciderà se sospendere o meno il provvedimento impugnato. Quella contestata oggi è la terza ordinanza della presidenza del tribunale. Inizialmente, infatti, fu deciso di limitare a tre ore al giorno l'apertura degli uffici (con orario 9-12) dal primo al 23 ottobre; successivamente fu posticipato tutto di un'ora (dal 24 ottobre al 31 dicembre, tre ore di apertura, dalle 10 alle 13); da ultimo, la limitazione oraria fino al 30 giugno è stata aumentata di mezz'ora, dalle 9 alle 12.30. E' nato un contenzioso con numerosi avvocati romani per i quali la limitazione comporta per i cittadini "un notevole accumulo di lavoro da concentrarsi in un ristretto lasso di tempo e ore di fila e di attesa" e per gli avvocati "si traduce in un ostacolo all'esercizio della professione".

La nuova 'forbice oraria' di tre ore e mezza è stata contestata giacché i ricorrenti ritengono che la stessa continui "ad ignorare la previsione di legge che impone un'apertura quotidiana di 5 ore e la previsione costituzionale che impone ai pubblici uffici di essere ordinati secondo la legge". Oggi la decisione del Tar. (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale, orari d'apertura al pubblico ridotti: ora decide il Tar

RomaToday è in caricamento