Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Treno guasto, U.Di.Con.: "I pendolari pagano le conseguenze di un trasporto scadente"

L'Unione per la difesa dei consumatori parla del treno guasto che si è fermato sui binari all'altezza nei pressi della stazione Casilina

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

L'Unione per la difesa dei consumatori denuncia i disagi che questa mattina hanno portato i pendolari laziali a protestare sui binari, in seguito al malfunzionamento di un treno e offre la propria assistenza ai viaggiatori coinvolti. "Ormai non ci si stupisce più di nulla, i pendolari laziali sono abituati a viaggiare in treni obsoleti privi di aria condizionata e dalle condizioni igieniche pessime, ma non sono mai arrivati ad intraprendere azioni e proteste come quella che ha avuto luogo stamattina, nella stazione Casilina di Roma", afferma l'U.Di.Con.

"I primi segnali di un martedì che non avrebbe portato nulla di buono si erano già iniziati ad avere alle 7, quando il treno partito da Nettuno alle 6.26 si è fermato la prima volta alla stazione di Campoleone nei dintorni di Aprilia, lasciando i viaggiatori al buio e al gelo. Il momentaneo malfunzionamento sembrava risolto quando il treno ha ripreso la corsa diretto verso la stazione Termini, fino a quando - spiega l'U.Di.Con - l’ennesimo guasto ha messo ko il treno, lasciando i passeggeri chiusi in trappola. Secondo la testimonianza di una nostra associata si è diffuso il panico nel treno che trasportava anziani e bambini, causando malori tra i passeggeri che, disperati, hanno dovuto tirare il freno a mano per poter aprire le porte, molte delle quali erano rotte. La protesta che ne è seguita è stata semplicemente la reazione ad un malessere che si trascina da anni e che crea, come sempre, disagi ai pendolari che pagano le conseguenze di un trasporto scadente che non offre alcuna assistenza a coloro che pagano per avere un servizio efficiente e funzionale".

"L’U.Di.Con non intende rimanere in silenzio di fronte a situazioni del genere che sono ormai all’ordine del giorno, pertanto invita i cittadini coinvolti nella vicenda a rivolgersi alla propria sede per ricevere assistenza e denunciare l’accaduto, contattandoci al numero verde 800.305.503 o inviando un’email a info@udicon.org".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treno guasto, U.Di.Con.: "I pendolari pagano le conseguenze di un trasporto scadente"

RomaToday è in caricamento