Trattati di Roma, 25 marzo ad alta tensione: città blindata. Chiuso lo spazio aereo

Sale la tensione a Roma: sei manifestazioni, due zone off limits, l'arrivo dei Capi di Stato da tutta Europa e l'allerta terrorismo che, specie dopo l'attentato a Londra, si fa più alta

Foto Ansa

Roma si ferma per celebrare i 60 anni dei Trattati europei. Sarà un sabato ad alta tensione quello che attende la Capitale alle prese con l'arrivo dei capi di Stato europei, con 6 manifestazioni e con un dispositivo di sicurezza che di fatto svuota il centro storico. 

IL PIANO SICUREZZA - Il piano di sicurezza, rafforzato dopo l'attentato di Londra, prevede l'impiego di 5000 agenti, coadiuvati da un sistema di telecamere integrato da un centinaio di nuovi occhi elettronici. Quattro i cortei previsti, più due manifestazioni statiche. In centro le bonifiche vengono portate avanti da giorni, con la doppia preoccupazione per il rischio terrorismo e per quello di disordini da parte di frange minoritarie e violente dei manifestanti. Sono previste almeno 25mila persone in piazza. Ci saranno come noto una 'zona blu' intorno al Campidoglio, quella degli eventi ufficiali,  ed una 'verde' cuscinetto. Entrambe presidiate da tiratori scelti schierati sopra i tetti e da centinaia di agenti in borghese.

CHIUSO SPAZIO AEREO - Stop a droni e velivoli ultraleggeri per la chiusura dello spazio aereo sulla capitale e sulle aree circostanti in occasione degli eventi previsti tra oggi e domani. Lo ha comunicato l’Ente nazionale dell’aviazione civile (Enac). Dalle ore 6 del 24 marzo alle ore 23 del 25 marzo, “sono vietati tutti i voli, inclusi quelli con velivoli ultraleggeri e i voli con i mezzi a pilotaggio remoto (cosiddetti droni), in un’area circolare avente un raggio di circa dieci chilometri dal centro della città”.

Sono esclusi dal divieto i voli commerciali di linea e charter in arrivo e partenza dagli aeroporti di Roma Fiumicino e Roma Ciampino, i voli di Stato, quelli di emergenza e i voli sanitari. I voli Vfr (Visual Flights Rules – voli a vista), sono vietati in un’area circolare di circa 65 chilometri di raggio dal centro della città di Roma.

Manifestazioni, strade chiuse e divieti: tutte le informazioni

IL MINISTRO - In vista delle manifestazioni il ministro dell’Interno Marco Minniti ha promesso linea dura contro i violenti: “La situazione – ha detto in una intervista al Corriere della Sera – non presenta particolari picchi di preoccupazione, anche se non si può sottovalutare nulla. Il mantra è questo: libertà di espressione, democrazia, ma nessuna violenza ammessa, perché quella limita la libertà dell’altro. Siamo in una democrazia – spiega Minniti – il principio, quindi, è libertà di manifestare le proprie opinioni, con un limite, la violenza”.

TESTACCIO - Il corteo degli Eurostop, considerato non solo il più ingente in termini di presenze ma anche il più a rischio infiltrazioni, passerà all'interno del rione Testaccio. Da via Marmorata sì ma anche dalla parallela, molto più stretta, via Luca della Robbia. Scelta che non ha precedenti e che ha scatenato i malumori di residenti e amministratori locali. Ieri la riunione in Questura per richiedere la modifica del percorso che però non è stata accordata. I presenti sono stati tranquillizzati e i promotori della mobilitazione hanno garantito sugli intenti assolutamente pacifici dei manifestanti. Molti negozi, comunque, chiuderanno. 

IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI - Le celebrazioni si svolgeranno in mattinata presso il Palazzo dei Conservatori in Campidoglio. Alle 9 il programma prevede la photo-opportunity dell’arrivo dei Capi di stato e di Governo e dei Vertici delle Istituzioni Europee. Alle 10 via alle cerimonia. Saranno presenti i principali capi di Stato dell'Unione. Da programma il tutto dovrebbe concludersi poco prima delle 11.50. Alle 12.00 è prevista una conferenza stampa a 5 con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il primo ministro di Malta Joseph Muscat, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

LE TELECAMERE

Le aree di sicurezza “blue zone” e “green zone”, in funzione di "controllo", saranno attive sin da giovedì 23: è stato infatti messo a punto il sistema di acquisizione delle immagini dei partecipanti alle manifestazioni, utilizzando il sistema di video sorveglianza cittadina, implementato da postazioni, palesi e nascoste, lungo i percorsi. Cento telecamere dedicate della polizia scientifica, garantiranno le cosiddette "preventive", necessarie per catturare le caratteristiche delle persone, da utilizzare nella fase, eventuale, dell’attività di identificazione di autori di violenze.

LE MANIFESTAZIONI IN PROGRAMMA A ROMA SABATO 25 MARZO

Sei le manifestazioni dispiegate in vari orari e in varie zone di Roma. [TUTTE LE INFORMAZIONI E LE MOTIVAZIONI DELLE PROTESTE]

Dalle 11 alle 14 corteo da piazza Bocca della Verità all’Arco di Costantino, dopo aver sfilato per via dei Cerchi, piazza di Porta Capena, via di San Gregorio, via Celio Vibenna.  Prevista la partecipazione di 5mila persone.

Dalle 11 alle 17 corteo da piazza Vittorio all’Arco di Costantino, dopo aver sfilato per via Emanuele Filiberto, piazza di Porta San Giovanni, via Merulana, via Labicana e via Celio Vibenna. Prevista la partecipazione di 5mila persone.

Dalle 11 alle 19, da piazza dell’Esquilino a largo Corrado Ricci lungo via Cavour. Prevista la  partecipazione di 5mila persone.

Dalle 14 alle 19 corteo da piazzale Ostiense a piazza Bocca della Verità, dopo aver percorso via Marmorata, via Galvani, via Luca della Robbia.  piazza dell’Emporio, lungotevere Aventino. Prevista  la partecipazione di 8mila persone [TUTTI I DIVIETI DI SOSTA E RIMOZIONE A TESTACCIO]

In programma anche due manifestazioni statiche di Fratelli d'Italia e partito Comunista. 

LE STRADE CHIUSE IN CENTRO IL 24 E 25 MARZO

L'area del centro da giorni è oggetto di rimozioni e di chiusure. Nella zona di Testaccio saranno rimosse le auto e i cassonetti. In centro prevista la chiusura di alcune strade [LEGGI QUI L'ELENCO COMPLETO]. L'area del Campidoglio dalle ore 00.30 alle 14 circa di sabato sarà interdetta al transito pedonale e veicolare. "Potranno tuttavia accedervi", spiega la Questura, "residenti, addetti ai lavori, lavoratori e chiunque altro abbia titolo ad entrare. Unico accorgimento, un doveroso controllo di polizia per il quale si chiede la collaborazione dei cittadini. La Questura di Roma, in collaborazione con la Polizia di Roma Capitale cercherà di fare tutto il possibile per limitare gli inevitabili disagi che ci saranno, al fine di consentire lo svolgimento dei vari cortei e manifestazioni in programma".

TRASPORTO PUBBLICO: METRO E BUS PER IL 25 MARZO

Dalle ore 00.30 sino a cessate esigenze, le fermate e i capolinea dei mezzi di trasporto pubblico presenti nella blue zone e nella green zone saranno sospese. La fermata “Colosseo” della metro “B” e le fermate “Barberini” e “Spagna” della metro “A”, a partire dall’ultima corsa della serata del 24 marzo e per tutta la giornata del 25 marzo, saranno chiuse. Saranno comunque disponibili le fermate precedenti e successive. Il capolinea della linea tramviaria “8” sarà spostato alla fermata sita in via Arenula/Cairoli. Previste deviazioni o limitazioni di percorso per 13 linee notturne: (N3, N4, N5, N6, N7, N8, N9, N12, N15, N18, N19, N20, N25) e per 29 linee diurne: H, 8, 30, 40, 44, 46, 51, 60, 62, 63, 64, 70, 80, 81, 83, 85, 87, 117, 118, 160, 170, 492, 628, 715, 71, 780, 781, 916, C3. [LE INFO SUL TRASPORTO PUBBLICO]

MUSEI CHIUSI SABATO 25 MARZO

Chiusi molti musei sabato 25 marzo. Impossibile visitare il Foro romano, foro Palatino; fori Imperiali, foro Traiano; Mercati di Traiano; Teatro Marcello (limitatamente all’accesso di via del Teatro di Marcello);  Anfiteatro Flavio (Colosseo);  Domus Aurea; Domus Romane; Musei Capitolini; Complesso del Vittoriano;  Scuderie del Quirinale.

Strade chiuse 25 marzo | Roma | Metro chiuse 25 marzo

TRASPORTO MERCI VIETATO

Dalle ore 00.30 sino alle ore 24.00 del 25 marzo 2017 sarà vietato l’accesso di qualunque veicolo adibito al trasporto di merci (compresi quelli di massa inferiore alle 3,5 tonnellate) in tutte le Z.T.L. del “centro storico”. Per il rifornimento delle attività commerciali saranno disponibili i seguenti varchi: Piazza della Repubblica – via Nazionale; Via Ferdinando di Savoia – via Principessa Clotilde; via Acciaioli; via Crispi – via Ludovisi (area Via Veneto).

I DIVIETI

Nell’ambito della collaborazione, istaurata con i promotori delle manifestazioni previste per il 25 marzo, il Questore Guido Marino, nel rispetto delle normative di settore, ha stabilito la priorità dei divieti che le forze dell’ordine dovranno far rispettare in piazza. I partecipanti dovranno lasciare, prima delle manifestazioni, caschi e copricapi che potrebbero essere utilizzati per il travisamento; sarà vietato l’utilizzo di vestiario idoneo al travisamento o utile ad impedire l’identificazione; non sarà consentito, per l’incolumità delle persone, l’utilizzo di petardi o altro materiale esplodente;  gli zaini e le borse saranno tutti controllati dagli agenti di polizia, anche in una logica di antiterrorismo;  ogni oggetto atto ad offendere sarà sequestrato dalle forze dell’ordine.

I divieti saranno fatti rispettare, fin dall’ingresso nella città di Roma, già nei giorni precedenti il vertice e, nel corso dei controlli, saranno attentamente valutate le posizioni dei singoli per verificare la sussistenza di eventuali presupposti di pericolosità ai fini dell’applicazione del foglio di via obbligatorio. Sono in atto sopralluoghi per strutturare un sistema che consenta l’acquisizione, anche prima o durante le manifestazione, di immagini utili alle investigazioni in caso di incidenti.

NEGOZI CHIUSI 

Ripercussioni forti tra cortei e zone blindate interesseranno anche i commercianti delle zone 'calde'. Tra chi si dice preoccupato da eventuali incidenti tra manifestanti e polizia e chi è semplicemente cosciente che "tanto non ci saranno turisti", sono in molti a restare chiusi per la giornata di sabato 25 marzo. Specie nel rione Testaccio, lambito dal passaggio del corteo Eurostop, in partenza alle 14 da piazza di Porta San Paolo. O nel cuore della zona 'blu', ai piedi del Campidoglio, area blindata anche ai pedoni. E c'è chi lamenta le scarse informazioni fornite dalla forza pubblica. "Dobbiamo chiudere? Non dobbiamo chiudere? Qui nessuno ci ha detto niente. Certo se l'allerta sicurezza è come dicono sui giornali, per forza non possiamo aprire". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento