Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Trastevere

Trastevere, vigili insultati e accerchiati: erano intervenuti per far disperdere un assembramento

Oltre alla denuncia per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, i due sono stati sanzionati per non aver rispettato le normative previste per la limitazione del contagio

Stavano eseguendo i consueti controlli per far rispettare le misure atte a tutelare la salute pubblica, gli agenti della Polizia Locale che venerdì sera sono stati accerchiati da un gruppetto di ragazzi, i quali hanno iniziato ad insultare e schernire gli operanti  intervenuti, al fine di disperdere un assembramento  in Piazza San Calisto. 

Due ragazzi di 20 e 22 anni, intenti a bere alcol in strada e senza mascherina, dopo essere stati richiamati inutilmente ad adottare comportamenti corretti, hanno opposto resistenza alle procedure di identificazione. I giovani, per tale motivo, sono stati accompagnati al Comando di Via della Consolazione  e per i successivi adempimenti del caso. Oltre alla denuncia per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, i due sono stati sanzionati per non aver rispettato le normative previste per la limitazione del contagio.

Sul caso è intervenuta anche la sindaca Virginia Raggi: "Comportamenti di questo tipo sono inaccettabili oltre che di una gravità inaudita. Non abbassiamo la guardia e rispettiamo le regole".

Sempre venerdì sera, nella zona di piazza Bologna, un 54enne italiano, titolare  di un locale pubblico,   è stato denunciato per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, nel corso dei controlli  in atto. Per l’esercizio, già diffidato nei mesi scorsi per inosservanza delle misure anti-Covid , è scattato il provvedimento di chiusura di tre giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trastevere, vigili insultati e accerchiati: erano intervenuti per far disperdere un assembramento

RomaToday è in caricamento