rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Trastevere

Comprava tablet addebbitando le spese ad una ditta di Trastevere, arrestato truffatore

L'uomo si spacciava per il fratello del titolare addebitando gli acquisti sul vero conto corrente della società pubbliciataria. In manette un 58enne

Un locale, in zona Trastevere, con un' insegna e un nome sul citofono, quello di una società di allestimenti pubblicitari realmente esistente. Ma che in realtà non esiste. Perché dietro quel nome agiva un' altra persona, che non aveva nulla a che fare con la società di cui si serviva come prestanome. Per questo, un 58 enne italiano è stato arrestato per truffa e sostituzione di persona.

L'uomo, originario della provincia di Sassari, ma residente a Cisterna di Latina, usava il nome della ditta per comprare cellulari e tablet da varie compagnie telefoniche, che poi addebitava sul vero conto corrente della società. Spesso si spacciava per il titolare della pubblicità, altre volte per il fratello. E, per evitare che le persone contattate si rivolgessero al vero titolare, diceva di essere per il momento, l'unico referente della società, che si stava trasferendo nella nuova sede di Trastevere.

La situazione è andata avanti finché l' attività truffaldina non ha insospettito il responsabile di una nota compagnia di telefonia mobile. L' uomo, allora, ha contattato la 'vecchia' sede per avere chiarimenti dal presunto fratello della persona con la quale aveva parlato. Scoperto il segreto, il titolare dell' attività ha sporto denuncia al Commissariato di Trevi. Gli agenti, dopo una serie di appostamenti e controlli incrociati sui recapiti telefonici lasciati dal malvivente, hanno individuato l’uomo e gli hanno teso una trappola: si sono presentati nella sede di Trastevere, fingendosi fattorini della ditta che effettua le consegne per conto della compagnia telefonica. Qui, una volta avvenuta la consegna e ottenuta la firma sulla ricevuta sotto il falso nome, hanno fatto scattare le manette. L’accusa è quella di truffa e sostituzione di persona.

Da indagini successive è emerso che il 58enne stava concludendo dei contratti anche con altre note compagnie di telefonia mobile. Nel locale di Trastevere e nell'abitazione del malvivente, gli investigatori hanno trovato numerose copie del documento di identità del truffato, autentico, oltre a tutta la documentazione bancaria della vera società pubblicitaria, con tanto di visura camerale. Oltre a tali documenti, l’uomo aveva in casa un kit per l’assemblaggio di timbri e 28 travellers cheque falsificati, per un valore di 14.000 dollari statunitensi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comprava tablet addebbitando le spese ad una ditta di Trastevere, arrestato truffatore

RomaToday è in caricamento