Cronaca

Riparte il Tram 3: via gli autobus da Piramide a Valle Giulia

Dopo sette anni di lavori è tornato a viaggiare il Tram numero 3, il percorso non è stato completato del tutto, da Ostiense alla stazione di Trastevere il tratto è ancora coperto da bus navetta, il nuovo tragitto va da Ostiense fino a Valle Giulia

A Roma tutto si può programmare, ma nulla poi, si sa quando verrà portato a termine. Quando poi si scava, tutto diventa un'incognita: necropoli, antiche ville, colonne, terme e mosaici, tutto può essere rinvenuto sotto il tessuto moderno della città eterna. Anni fa l'ammodernamento della Linea A della metropolitana aveva portato alla soppressione del Tram numero 3, sostituito poi da alcune linee di autobus.

Così dopo sette anni, di rinvii e lavori ancora da completare, oggi è ripartito il Tram numero 3. In realtà i lavori sono ancora incompleti, il tragitto sarebbe dovuto andare da Valle Giulia alla stazione di Trastevere, oggi invece il tram arriva davanti la Piramide Cestia e torna indietro toccando alcuni dei più bei luoghi dell'Urbe. Tra Ostiense e Trastevere invece, ancora è in servizio un bus navetta.
 
Il trasporto su Tram rispetto al bus ha un aria più romantica, ti regala un leggero senso di libertà rispetto al traffico, il suo rumore è meno invedente, è più capiente ed inquina meno. Niente rispetto  ai vecchi Tram arancioni, i nuovi mezzi sono moderni e possono trasportare quasi 300 persone per corsa. "Le persone le ho trovate un po' spaesate con il nuovo Tram, ma presto si abitueranno", racconta un lavoratore atac mentre indica ad alcuni turisti il lato della banchina da dove salire sulla nuova vettura su rotaie. Il servizio sembra ottimo come non è facile trovare a Roma.
 
Da piazzale Ostiense (Piramide) a piazza Thorvaldsen (Valle Giulia) le 15 nuove vetture jumbo accompagneranno i cittadini per un percorso che attreversa molti luoghi turistici, dal Circo Massimo al Colosseo, per via Labicana, viale Manzoni a San Giovanni, per Porta Maggiore via San Lorenzo, lungo il Verano, viale Regina Elena, viale Regina Margherita, viale Liegi, via Ulisse Aldrovandi, per una lunghezza complessiva di 10,8 chilometri. E' un ottimo collegamento che va ad aggiungersi ai servizi che già fanno di Ostiense uno dei luoghi strategici per i nuovi piani del trasporto urbano ed extraurbano della capitale. 
 
Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale ha così commentato: "Dal 27 agosto saranno in strada 15 jumbo tram, mezzi ecologici, attrezzati per il trasporto di persone con disabilità, in grado di assicurare spostamenti confortevoli all'utenza e di contribuire a una diminuzione dell'emissione di polveri inquinanti. Confidiamo che si possa presto completare l'ottimo lavoro fatto riattivando l'intera tratta e raggiungendo anche l'altro capolinea, quello presso la stazione Trastevere".
 
Il Tram è uno dei mezzi pubblici più popolari della 'mittleuropa', le grandi capitali europee, Amsterdam, Vienna, Berlino, per citarne alcune, da anni hanno cercato di creare una rete di Tram efficente che potesse sostiutire la maggior parte dei bus urbani inquinanti e poco efficenti. Questo può essere un piccolo passo per una nuova politica di mobilità, che metterebbe in primo piano la viabilità su rotaia, nuova speranza per il servizio pubblico romano, che sempre aspira a diventare pienamente europeo.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte il Tram 3: via gli autobus da Piramide a Valle Giulia

RomaToday è in caricamento