rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Alluvione, semafori spenti e strade allagate: traffico in tilt

Pesanti criticità in strada per l'ondata di maltempo. Strade allagate e semafori spenti per i corti circuiti causati dall'acqua piovana stanno mettendo a dura prova la viabilità cittadina. Stefano Giannini del SULPL: "Marino faccia chiudere le scuole per lunedì"

Quartieri allagati e caos per le strade. Il traffico in città sta registrando una serie di pesanti criticità legate al maltempo. Se infatti la pioggia sembra aver dato tregua alla città nelle ultime ore, i romani continuano a subire oggi le conseguenze del forte nubifragio. 

Tante le strade chiuse perché invase letteralmente da acqua e fango o spaccate in due da improvvise voragini. Per rendersi conto della situazione basta scorrere la pagina twitter della Polizia Municipale. Una serie di strade chiuse, una dopo l'altra, per dissesti e criticità sull'asfalto. Ponte Milvio, via Nomentana, via dei Prati Fiscali, via Trionfale, via Flaminia, via dei Due Ponti. Un vero bollettino di guerra. 

Alle strade chiuse si aggiungono gli ingorghi. Auto incolonnate ore e incroci dove il traffico sembra impazzito. Colpa dei semafori spenti causa corti circuiti interni agli impianti. Così a Corso Sempione, nel III Municipio, dove gli automobilisti sono rimasti bloccati ore e in via Val Chisone, con ripercussioni anche su via Nomentana. Gli agenti della Polizia Locale intanto lanciano l'allarme. 

“Decine di strade chiuse al traffico, buche e voragini insieme a smottamenti ed allagamenti hanno di fatto ingessato la mobilità cittadina già congestionata” informa Stefano Giannini segretario romano del SULPL. “La Polizia Locale di Roma continua a presidiare queste chiusure con l’impiego di decine di pattuglie senza vedere grossi risultati". 

E ancora "le nostre pattuglie sono costrette ad aspettare interventi di ditte private o dell’Ama per le pulizie che continuano ad arrivare con forti ritardi - prosegue Giannini - con continui rimpalli di interventi provenienti dalla sala crisi organizzata dal Comune di Roma, a cui avrebbe fatto comodo il nostro elicottero chiuso ormai nell’hangar in attesa di riprendere la convenzione col CFS, che una volta ricevute le nostre segnalazioni ce le rimanda indietro senza praticamente individuare la soluzione dei problemi. 

Se il Comune non accelera durante questo weekend la rimozione degli ostacoli sulle strade lunedi per i romani si trasformerà in un altro giorno da incubo. Chiediamo pertanto al Sindaco Marino di chiudere almeno le scuole lunedi per evitare di aggiungere caos al caos - conclude Giannini - in modo tale da avere un giorno in più da dedicare alla manutenzione stradale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, semafori spenti e strade allagate: traffico in tilt

RomaToday è in caricamento