Cronaca

Fiumicino, 50 kg di cocaina nascosta nello stereo: in manette 3 brasiliane

Le donne per passare inosservate viaggiavano insieme al figlio di una di loro di soli 2 anni e mezzo, che è stato affidato ai servizi sociali. Il valore della droga sequestrata si aggira intorno agli 8 milioni di euro

Tre insospettabili giovani brasiliane, con tanto di figlio al seguito, sono state fermate all'aeroporto di Fiumicino dalla guardia di finanza, per traffico internazionale di droga. Avevano nascosto 50 chili di cocaina, per un valore di otto milioni di euro, in un impianto hi-fi all'interno di una valigia. Ad attirare l'attenzione dei finanzieri - che in questa operazione hanno lavorato gomito a gomito con gli uomini dello Svad, dell'Agenzia delle Dogane - su quelle tre insospettabili donne con il bambino di due anni e mezzo al seguito, è stato il peso eccessivo delle valige ed il fatto che avessero detto che all'interno, oltre ai vari effetti personali, c'erano solo dei "regali di modico valore" per dei familiari residenti in Italia.


In ogni valigia, fra vari indumenti, era nascosto un impianto hi-fi, con tanto di certificato di garanzia e libretto delle istruzioni. Solo il peso, però, era un po' eccessivo. Così i finanzieri hanno pensato bene di smontare i piccoli pannelli di ogni singolo componente e hanno scoperto che, tra i circuiti elettronici, erano stati stipati gli otto involucri compressi contenenti la droga. Le tre sudamericane sono state subito trasferite nel carcere di Civitavecchia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria e dovranno rispondere di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, mentre il bambino è stato affidato ai servizi sociali della stessa casa circondariale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumicino, 50 kg di cocaina nascosta nello stereo: in manette 3 brasiliane

RomaToday è in caricamento