rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

“Sei una spia” e accoltella il rivale davanti a un circolo

I fatti risalgono al 2017, vittima un uomo colpito fuori da un circolo di Tor Tre Teste. L’aggressore è stato condannato a 9 mesi di carcere

Una lite degenerata in accoltellamento sotto gli occhi dei passanti e dei frequentatori di un circolo culturale: vittima un giovane, ferito al viso, al collo e al petto, a impugnare il coltello un conoscente che lo aveva accusato di “fare la spia” ai carabinieri. E che mercoledì è stato condannato a 9 mesi di carcere.

I fatti risalgono al 2017. La vittima, che all’epoca aveva 21 anni, aveva trascorso il pomeriggio all’interno di un circolo di via Tovaglieri, a Tor Tre Teste, in compagnia i alcuni amici e della fidanzata. All’uscita aveva incrociato l’aggressore, ai tempi 19 anni, con cui aveva iniziato a discutere.

Stando a quanto allora dichiarato dal 21enne alla polizia, il 19enne lo aveva accusato di avere “passato informazioni ai carabinieri” in occasione di un fermo per spaccio per evitare l’arresto, e l’obiettivo del confronto era quello di chiarire la vicenda. Il 19enne aveva però reagito estraendo un coltello e colpendo il rivale prima al viso e poi al collo e al petto: “Ti ammazzo”, aveva gridato davanti ai presenti.

Il 21enne era stato accompagnato al pronto soccorso del Policlinico Casilino per le medicazioni, ed era poi scattata la denuncia. A distanza di tre anni è arrivata la condanna: 9 mesi di carcere per lesioni personali, minacce e porto d’armi. Il pubblico ministero Gianluca Mazzei aveva chiesto un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sei una spia” e accoltella il rivale davanti a un circolo

RomaToday è in caricamento