Cronaca

Tor Bella Monaca, appartamento diventa base dello spaccio: sequestrate 800 dosi. Arrestati due coinquilini

I carabinieri, che da tempo portano avanti una paziente ed incisiva attività di monitoraggio delle zone del popoloso quartiere dove avviene lo smercio di droga, hanno fatto scattare il blitz in via dell'Archeologia

Un duro colpo per le casse di chi gestisce una delle piazze di spaccio di via dell'Archeologia è stato inferto ieri dai carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca. I militari, che da tempo portano avanti una attività di monitoraggio delle zone del quartiere, hanno sorpreso in azione un romano di 44 anni, con precedenti, trovato in possesso di una decina di "pallette" di cocaina pronte per essere smerciate e oltre 700 euro in contanti ritenuti provento della sua attività illecita.

Grazie agli accertamenti svolti nell’immediatezza, i carabinieri sono risaliti ad un appartamento, individuato in un vicino stabile condominiale, che l’uomo condivideva di fatto con un romano di 30 anni, anch'egli con precedenti dove, nel corso di una perquisizione sono state sequestrate oltre 800 dosi di cocaina per un peso complessivo di poco inferiore ai 430 grammi.

Anche per il 30enne, quindi, sono scattate le manette ai polsi con la stessa accusa del coinquilino: detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca, appartamento diventa base dello spaccio: sequestrate 800 dosi. Arrestati due coinquilini

RomaToday è in caricamento