Cronaca

Ucraina-Inghilterra, i tifosi infiltrati e la malamovida: è allerta massima per il week end

Il Comitato ha previsto misure di stretto controllo in tutte le fan zone della Capitale e in prossimità dello stadio

EPA/ANDY RAIN

Attenzione di "massimo grado" per il prossimo week-end a Roma sia in chiave movida che in occasione del quarto di finale degli Europei di calcio in programma sabato allo Stadio Olimpico tra Ucraina e Inghilterra. A promuovere la linea di tolleranza zero, il Comitato provinciale ordine e sicurezza, presieduto ieri pomeriggio dal Prefetto Matteo Piantedosi. Nella seduta sono state previste misure di stretto controllo in tutte le fanzone della Capitale e in prossimità dello stadio.

Obiettivo sarà quello di verificare per chiunque, compresi i tifosi, il rispetto delle normative anticovid in Italia, con conseguente applicazione delle relative sanzioni amministrative. A quanto si apprende, i controlli per eventuali tifosi inglesi provenienti dal Regno Unito attraverso triangolazioni di voli, con la possibilità per le forze dell'ordine di chiedere e verificare la presenza sul territorio italiano da almeno 5 giorni e aver così ultimato il periodo di quarantena così come imposto dall'ordinanza del Ministro Roberto Speranza del 18 giugno.

L'Ambasciata Britannica a Roma - con una nota - ieri ha chiesto ai propri connazionali di non recarsi in Italia, proprio perché tra quarantena e partita non ci sono i tempi tecnici per rispettare le norme anti Covid e, quindi, limitare un eventuale contagio da variante Delta che preoccupa la Regione Lazio.

Allerta di massimo grado per il week end a Roma

Ecco allora che l'allerta di "massimo grado" voluta dalla Prefettura riguarda anche l'individuazione di possibili infiltrati. Sono stati avviati anche una serie di confronti a livello centrale con il Dipartimento di Pubblica Sicurezza sulla questione degli arrivi 'fuori tempo massimo' di eventuali voli charter con tifosi inglesi che potrebbero giungere a Roma. Un lavoro che verrà fatto in maniera capillare a Fiumicino e Ciampino per evitare possibili triangolazioni.

Ma ci saranno verifiche ai caselli autostradali, alle stazioni ferroviarie e anche al porto di Civitavecchia, ma anche nel cuore di Roma dal centro ai luoghi della movida. Con i tifosi stranieri che avranno l'onere di provare, documenti alla mano (biglietto aereo, ricevuta di hotel, prenotazione di musei o altro), di trovarsi nella Capitale già dall'inizio della settimana o anche prima.

Focus anche su movida e maxi schermi

Nella serata di sabato, inoltre, proprio in città saranno previsti contingentamenti nelle zone della movida e in particolare a Campo de' Fiori, piazza di Spagna e Fontana di Trevi. Alta attenzione alla movida anche venerdì sera, quando ci sarà la partita dell'Italia, con controlli nelle zone dove sono presenti i maxi schermi, soprattutto nelle fan zone di piazza del Popolo.

Ma non è tutto. A proposito di maxi schermi per gli Europei, in questo caso ol piano per la sicurezza entrerà in azione già domani ovvero per Belgio-ltalia delle 21 di venerdì, considerando anche che, a Trastevere e San Lorenzo, durante i festeggiamenti per la vittoria azzurra sull'Austria, più di qualcuno si è lasciato andare con l'euforia post vittoria. Il dispositivo della sicurezza sarà vagliato venerdì mattina in Questura nel corso del consueto tavolo tecnico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina-Inghilterra, i tifosi infiltrati e la malamovida: è allerta massima per il week end

RomaToday è in caricamento