Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

Lazio-Feyenoord, ultras olandesi a Roma nonostante il divieto: "Eccoci di nuovo qui"

Da lunedì sera predisposto un servizio ad ampio raggio della questura di Roma

"Ciao eccoci di nuovo qui" con una immagine notturna del Colosseo, (tradotto dall'olandese "Hallo, daar zijn we weer"). Massima attenzione nel centro storico di Roma dove - nonostante il divieto di trasferta - alcuni ultras olandesi del Feyenoord sono comunque arrivati nella Capitale. Quattro stories rese pubbliche sulla pagina Instagram feyenoordfans dove si vede un aereo della Ryanair - con l'immagine postata lunedì - in partenza per la Capitale con la scritta "Prima di oggi". Poi altre due immagini, tre cocktail con la scritta "match day" e una quarta foto di piazza del Popolo sotto la pioggia, con il commento ironico "Nel sole" ("In de zon!").

Ultras del Feyenoord a Roma 

Nonostante il divieto di trasferta - attuato anche per i tifosi della Lazio in Olanda alla partita d'andata - massima attenzione da parte della questura di Roma. Da lunedì sera sono infatti scattati i servizi ad ampio raggio predisposti dalla polizia per prevenire eventuali atti vandalici degli ultras olandesi giunti in città, in occasione della partita Lazio-Feyenoord prevista per questa sera allo stadio Olimpico. Foto che circolano sul web che attestano come alcuni possibili Feyennorder siano riusciti a raggiungere la Capitale. Diversi gruppetti sono stati già avvistati in centro, fra l'area dei Fori Imperiali, piazza di Spagna e piazza del Popolo. 

Olandesi a Roma per Lazio-Feyenoord (foto feyenoordfans)

I servizi della questura di Roma 

I tifosi che verranno intercettati, come accadde già il 20 aprile scorso in occasione dell'incontro di Europa League Roma-Feyenoord, saranno accompagnati nei pub dove potranno vedere la partita in tv. Il monitoraggio andrà avanti per tutta la giornata di oggi, con un occhio al web e un occhio a stazioni e aeroporti per intercettare eventuali arrivi. Sotto osservazione oltre ai luoghi sensibili del centro, tra cui piazze e fontane, è anche la zona dello stadio Olimpico. Il piano di prevenzione scatta ogni volta che gli ultras olandesi arrivano a Roma, dopo che nel 2015 un gruppo di tifosi del Feyenoord devastò la fontana della Barcaccia di piazza di Spagna.

Trasferta vietata

Ad annunciare il divieto di trasferta ai tifosi della Lazio, era stato lo stesso club olandese lo scorso mese di ottobre. “Questa settimana una delegazione del Feyenoord recatasi appositamente in Italia è stata informata che i suoi tifosi non sono i benvenuti a Roma. Ora che questa decisione è stata presa per ordine del Ministero dell'Interno italiano, il cosiddetto triangolo (sindaco, capo della polizia e procuratore capo) e il Feyenoord non ritengono responsabile di accogliere i tifosi italiani a De Kuip. Questo sia dal punto di vista della sicurezza che, per il Feyenoord, dal punto di vista della sportività” si leggeva nel comunicato del Feyenoord. Il club olandese nella sua nota annuncia che pensava di aprire la trasferta nella Capitale a circa 1.200 e 1.500 tifosi e sottolinea che anche la Lazio era d’accordo. La scelta finale però è stata delle “autorità italiane che hanno deciso diversamente, creando una nuova situazione anche per la partita casalinga di Rotterdam. 

I precedenti 

Rotterdam-Roma è ormai un asse caldo del tifo europeo. Negli ultimi anni diversi sono stati gli incontri fra gli olandesi e le squadra capitoline in tutte le competizioni, così come i problemi fuori dal campo. Primo atto nel 2015 quando da Rotterdam i tifosi arrivarono a Roma e sfregiarono la Capitale danneggiando la Barcaccia di piazza di Spagna. Più recentemente nella scorsa stagione, la città fu blindata per l'arrivo della compagine olandese sia contro la Lazio che la Roma in Europa League. Oggi come l'anno scorso vietata la trasferta ai tifosi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio-Feyenoord, ultras olandesi a Roma nonostante il divieto: "Eccoci di nuovo qui"
RomaToday è in caricamento