Rischio terrorismo a Roma: pericolo droni armati, alzate le misure di sicurezza

Massima allerta negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, nelle stazioni e nei luoghi di interesse pubblico. La nuova rivista dell'Isis si intitola Rumiyah (Roma in arabo classico), termine usato dall'Isis dal 2006

Immagine di repertorio

È allarme droni a Roma. L'allerta per il rischio di possibili attentati si alza e le forze dell'ordine prendono le misure contro il terrorismo. La nuova minaccia potrebbe arrivare dal cielo. Droni armati pronti a colpire, Mossad, almeno secondo una segnalazione specifica arrivata dal Mossad, l'agenzia di intelligence ed un servizio segreto dello Stato di Israele che assolve al compito di studiare e prevenire le attività che possano compromettere la sicurezza statale.

Secondo gli esperti Roma è al vertice della lista dei possibili obiettivi italiani. I motivi sono tanti. Da quelli simbolici a quelli storici. Dalla politica, al Vaticano. Un indizio potrebbe essere il nome della nuova rivista dell'Isis che si intitola Rumiyah (Roma in arabo classico). In occasione della pubblicazione del discorso di Abu Hamza al-Muhajir si leggera: "Per Allah, non ci fermeremo nel nostro jihad se non sotto gli ulivi di Rumiyah (Roma)". L'espressione è stata più volte ripresa sulla rivista con illustrazioni della piazza e della Cupola di San Pietro.

Il possibile uso di esplosivo per un attentato è stato analizzato dal C.A.S.A., Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo, anche in relazione al contemporaneo furto di due taxi, rubati insieme nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale Porta di Roma a metà dicembre: una Fiat Punto e una Tipo su cui indaga la Polizia. 

Nel frattempo il Tgcom24 ha pubblicato un "documento esclusivo" diramato dalla Questura agli organi di controllo nazionali. Il fine è intensificare le loro attività, "vista la possibilità - come recita la circolare interna - di un attacco terroristico di matrice islamica con l'impiego di droni e di autovetture già oggetto di furto, contro obiettivi civili in Italia". In particolare, sotto minaccia terroristica sono aeroporti, centri commerciali, terminal di bus e siti di interesse storico-culturale.

Al responsabile della Sezione Sicurezza viene chiesto di "sensibilizzare il personale del Dispositivo di Sicurezza aeroportuale, dando massimo impulso ai servizi di prevenzione a carattere generale". Al responsabile di Polizia Giudiziaria, viene invece chiesto di esercitare "un'assidua vigilanza nei confronti di persone con comportamenti anomali e sospetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento