rotate-mobile
Cronaca

Terremoto, anche oggi controlli nelle scuole. Riaperta la tangenziale

Permane la chiusura della rampa sulla Prenestina. Nelle scuole dopo i sopralluoghi di ieri non sono state evidenziate criticità. Unici problemi quelli legati alla manutenzione ordinaria, ma completamente slegati dal sisma

Lunedì di intensi controlli per il personale del Campidoglio, impegnato nelle verifiche dopo la scossa di terremoto di domenica mattina, nitidamente avvertita in tutta la Capitale. Già da domenica erano scattate le chiusure di metro e strade e nel pomeriggio era stata comunicata la chiusura delle scuole. 

Ieri mattina i tecnici specializzati del Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana (SIMU), divisi in squadre, hanno effettuato sopralluoghi con massima priorità agli edifici scolastici. All'opera anche i tecnici dei Municipi per le operazioni di loro competenza.

Il Campidoglio elenca gli interventi effettuati. Ponte Mazzini - dopo il sopralluogo è stata creata una corsia a senso unico al centro del ponte che va da lungotevere Gianicolense a Largo Perosi per il passaggio di mezzi pubblici e vetture private mentre è stato interdetto il passaggio pedonale. Il ponte è rimasto chiuso questa notte per consentire i lavori ad Acea. 

Sulla Tangenziale, tratto Verano/Viale Castrense, non sono state evidenziate criticità e la corsia in direzione Viale Castrense ha riaperto in mattinata mattina, mentre rimarrà chiusa la rampa di accesso da via Prenestina che richiede un piccolo intervento di riparazione della pavimentazione

Permane la chiusura della galleria Pasa a causa del potenziale distacco del rivestimento in travertino. Verifica statica anche di un edificio al Tempio di Giove dove è stata constatata la caduta di parti di cornicione oltre alla formazione di alcune nuove fessure aggiuntive a quelle già preesistenti.

Controlli anche al Foro Italico 340 per viadotto Olimpica in corrispondenza del Circolo sportivo Corte dei Conti, all'anagrafe in via Petroselli 50 per verifica statica, al dipartimento Turismo in via di San Basilio, all'Archivio Capitolino,  al Museo Napoleonico, al Museo in Trastevere e Museo Canonica per verifica statica; Sovrintendenza Piazza Locatelli per verifiche del fabbricato.

Per quanto riguarda gli edifici scolastici sono arrivate dai tecnici dei 15 Municipi circa 50 segnalazioni in totale. Dalle verifiche effettuate finora non sono emersi danni riconducibili al terremoto ma poche criticità legate a deficit di manutenzione. I sopralluoghi dei tecnici comunali continueranno anche nella giornata di oggi. 

Ieri la sindaca ha spiegato: "Abbiamo imposto la chiusura anche alle scuole comunali e secondarie coordinandoci con la città metropolitana - ha chiarito il primo cittadino -. Il problema di sicurezza nelle scuole lo abbiamo in tutta Italia visto che abbiamo strutture molto vecchie. Dobbiamo verificare quale sia lo stato di queste strutture e tutto questo si potrà verificare e accertare dopo indagini più approfondite. L'importante è avviare questo percorso. Non possiamo più ritardare".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, anche oggi controlli nelle scuole. Riaperta la tangenziale

RomaToday è in caricamento