"Dammi la borsa o ti ammazzo", due rapine in pochi minuti. La mattina criminale di una coppia di banditi

In manette un 25enne ed una donna di 38 anni. I furti messi a segno in via Bixio e nel tunnel di Santa Bibiana

Il tunnel di via Santa Bibiana (foto google)

Due rapine in pochi minuti fra l'Esquilino e San Lorenzo. A dare vita alla mattinata criminale un uomo ed una donna. I due armati di un coltello da cucina hanno infatti rapinato due donne, prima in via Bixio e poi nel tunnel di Santa Bibiana, che divide San Loreno da Termini. 

La prima segnalazione di furto intorno alle 6:30 dall'Esquilino dove una donna è stata avvicinata da una coppia. Armati di coltello le hanno puntato l'arma da taglio contro, l'hanno spinta contro il muro di una palazzina e si sono fatti consegnare lo zaino che aveva indosso ed il telefono cellulare. Poi la fuga con la refurtiva. 

Giunti sul posto gli agenti del Commissariato San Lorenzo gli stessi sono però stati fermati da una seconda donna all'altezza del parco dei Caduti 19 luglio 1943 della via Tiburtina, nella zona del quartiere universitario. Ascoltata la vittima questa ha raccontato agli agenti di essere stata rapinata poco prima (intorno alle 6:45) da una coppia armata di coltello nel tunnel di Santa Bibiana con modalità simili alla rapina consumata poco prima in via Bixio. 

"Dammi la borsa o ti ammazzo", questa la frase rivolta contro la seconda vittima dalla coppia di rapinatori che, come nel caso di via Bixio, ha spinto la vittima contro la parete del tunnel per poi rapinarla della borsa e del telefono cellulare dopo averle puntato il coltello sul fianco. 

Acquisita la descrizione della coppia, la stessa secondo quanto denunciato dalla due donne, gli agenti hanno cominciato le ricerche dei rapinatori indivinduandoli in via Principe Amedeo, nel vicino quartiere dell'Esquilino. Sottoposti a controllo i due sono stati ritrovati con indosso i telefoni cellulari appena rapinati alle due donne.

Accompagnati negli uffici del commissariato San Lorenzo di polizia i due sono stati identificati in una donna tunisina di 38 anni ed in un giovane marocchino di 25. Entrambi già conosciuti alle forze dell'ordine sono quindi stati arrestati per rapina aggravata in concorso con l'uomo poi associato nel carcere di Regina Coeli e la 38enne nel penitenziario di Rebibbia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento