Termini, fermati con l'auto piena di refurtiva: denunciati

Nell'auto trovati 17 orologi da polso di diverse marche e modelli, 6 tablet, una consolle Sony PSP, una fotocamera digitale e altra refurtiva

Un'auto piena di refurtiva. Un ricco bottino di cui tre cittadini algerini, di 44, 45 e 46 anni, tutti nullafacenti con precedenti, non hanno saputo fornire la provenienza ai Carabinieri della Compagnia Roma Centro. I tre sono stati fermati per un normale controllo poco dopo le 19, nei pressi della Stazione Termini, a bordo di una utilitaria di proprietà del 44enne.

Ispezionando il veicolo, nel vano portabagagli, i militari hanno rinvenuto e sequestrato materiale elettronico, 2 pc portatili, 3 i-Pad, 3 tablet, 5 telefonini, una consolle Sony PSP, una fotocamera digitale, diversi cavi di alimentazione, telecomandi e cuffie, 17 orologi da polso di diverse marche e modelli, capi di abbigliamento nuovi, con ancora l’etichetta attaccata, un ostensorio sacro e una brocca, tutto materiale cui i 3 non hanno saputo fornire la provenienza.

Nella macchina i militari hanno rinvenuto anche diversi attrezzi idonei allo scasso come giraviti, pinze e taglierini. Al termine del controllo i militari hanno accompagnato in caserma i 3 stranieri e dopo averli denunciati sono stati rimessi in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento