Ponte Vittorio: 22enne tenta suicidio nel Tevere, salvato

L'uomo è stato tratto in salvo intorno alle 18 dai Carabinieri della Stazione San Pietro e dai Vigili del Fuoco. Ancora da chiarire i motivi del gesto

Attimi di tensione oggi 18 febbraio a Roma. Un ragazzo romano di 22 anni ha tentato il suicidio, minacciando di gettarsi nel Tevere dal Ponte Vittorio Emanuele II. Tutto è iniziato intorno alle 17. 

L'aspirante suicida si è sporto sul parapetto mimando l'estremo gesto. Ad accorgersi di lui alcuni passanti che hanno allertato i Carabinieri della Stazione San Pietro. Sul posto, oltre i militari, anche il personale dei Vigili del Fuoco con due squadre, il nucleo sommozzatori e il nucleo fluviale entrambi con carro e teli. 

Dopo lunghe trattative, il 22enne è stato salvato intorno alle 18:15 circa. E' stato poi affidato, in stato di choc, al personale medico del 118 per le cure del caso. Secondo i primi riscontri, alla base del gesto ci sarebbe una crisi depressiva del giovane che già in altre occasioni aveva manifestato i suoi intenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento