Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Ponte Sublicio, tenta di gettarsi nel Tevere: maresciallo salva un uomo tenendolo per la cintura dei pantaloni

Con il supporto di altri carabinieri, l'uomo è stato definitivamente salvato e trasportato a mezzo ambulanza 118 presso pronto soccorso ospedale

Foto dell'ufficio stampa dei carabinieri

Momenti di paura ieri sera, poco dopo le 20, a Roma quando un uomo di 49 anni, ha minacciato di gettarsi nel Tevere. Un estremo gesto sventato dai carabinieri, con un maresciallo che lo ha tenuto per la cintura dei pantaloni, salvandolo. Tutto è iniziato quando al Numero Unico per le Emergenze sono arrivate una serie di chiamate che raccontavano cosa stesse accadendo. 

Sul posto è cosi giunta una prima pattuglia di carabinieri della Stazione Aventino. Immediatamente il maresciallo caposervizio è sceso dall'auto precipitandosi verso l'uomo, che nel frattempo era salito con le ginocchia sul parapetto e aveva il busto proteso verso il fiume, riuscendo ad afferrarlo per la cintura dei pantaloni prima che si lanciasse. Nonostante la strenua resistenza del 49enne, che tentava in tutti i modi di spingersi in avanti, il maresciallo, anche con l'ausilio dell'altro carabiniere con lui di pattuglia, è riuscito a salvare l'uomo. Con il supporto di un'altra pattuglia di militari, questa volta della Stazione di Trastevere, il 49enne è stato definitivamente bloccato e trasportato con l'ambulanza all'ospedale San Camillo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Sublicio, tenta di gettarsi nel Tevere: maresciallo salva un uomo tenendolo per la cintura dei pantaloni

RomaToday è in caricamento