rotate-mobile
Cronaca Esquilino / Via Giovanni Giolitti

Tentato omicidio a Termini: aggredito e ferito con un coccio di bottiglia

L'aggressione nei pressi delle biglietterie automatiche dello scalo ferroviario dell'Esquilino

Choc alla Stazione Termini dove un uomo è stato lasciato in terra in una pozza di sangue dopo essere stato aggredito e ferito con un coccio di bottiglia. Il tentato omicidio alle prime ore della mattina di ieri 7 luglio, nei pressi delle biglietterie automatiche dello scalo ferroviario dell'Esquilino dove il personale del Reparto Operativo di Roma Termini è intervenuto a seguito di una segnalazione di persona ferita, effettuata da una guardia giurata al centro operativo.

La guardia giurata ha comunicato di aver visto poco prima un uomo aggredire e ferire, probabilmente con il collo di una bottiglia, un altro uomo lasciandolo riverso a terra. La vittima, un cittadino italiano di 38 anni, noto quale abituale frequentatore della stazione, è stata soccorsa dal personale del 118 e trasportata per le cure del caso in ospedale.

Dalla ricostruzione dei fatti e dalla deposizione della vittima, anche con l’ausilio delle immagini del sistema di videosorveglianza, i poliziotti sono riusciti immediatamente a identificare il responsabile del reato, un cittadino italiano di 37 anni, con numerosi precedenti di polizia,  anch’egli senza fissa dimora.

Le tempestive indagini, attivate dal personale della Squadra di polizia Giudiziaria della Polfer, hanno consentito di rintracciare e sottoporre a fermo di indiziato di delitto il responsabile dell’aggressione per il reato di tentato omicidio. Per lui si sono aperti i cancelli del carcere di Regina Coeli.   
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio a Termini: aggredito e ferito con un coccio di bottiglia

RomaToday è in caricamento