rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Casal Bertone / Via di Portonaccio

Portonaccio: si urtano al Qube, estrae un coltello e lo colpisce all'addome

Arrestato per tentato omicidio un 17enne trovato mentre stava ripulendo l'arma dalle tracce di sangue. Il ferito, raggiunto da un fendente che gli ha forato il polmone, è stato operato e non corre pericolo di vita

Si sono urtati spalla a spalla in una affollata discoteca di via di Portonaccio. Uno sguardo di troppo, qualche parola grossa e poi la coltellata con uno dei due che ha estratto la 'lama' dalla tasca colpendo 'l'avversario' con un fendente all'addome che gli ha perforato un polmone. Tragedia sfiorata per un soffio la notte del 3 novembre al Qube dove gli agenti di polizia hanno arrestato un giovane 17enne per tentato omicidio.

FUTILI MOTIVI - Secondo quanto ricostruito dai poliziotti del commissariato Sant'Ippolito questa notte, dopo essersi urtati nel locale i due, il 17enne poi fermato ed un ragazzo di 20 anni, hanno avuto una discussione che in breve si è trasformata in una colluttazione, infine sfociata nell’aggressione, con il 20enne raggiunto da un fendente in petto.

COL COLTELLO IN MANO - La vittima è stata immediatamente soccorsa dal personale addetto alla sicurezza, che ha subito dato l’allarme al 113. Quando gli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato di zona sono arrivati sul posto, acquisite le descrizioni, hanno rintracciato l’aggressore appena fuori del locale, mentre era intento a ripulire il coltello dalle tracce di sangue.

TENTATO OMICIDIO - Il ragazzo, minorenne, è stato fermato dai poliziotti e arrestato con l’accusa di tentato omicidio e l’arma, un coltello serramanico, sequestrata. La vittima è stata invece ricoverata e sottoposta ad intervento chirurgico, ma non corre pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portonaccio: si urtano al Qube, estrae un coltello e lo colpisce all'addome

RomaToday è in caricamento