Cronaca

Lite finisce nel sangue: tenta di uccidere il fratello accoltellandolo alla schiena

L'uomo, accusato di tentato omicidio, ha colpito il fratello con un grosso coltello da cucina

Il coltello usato per il tentato omicidio a Genzano di Roma

Tentato omicidio a Genzano. E' successo in via Giuseppe Garibaldi. A dare l'allarme una telefonata giunta alla sala operativa che ha segnalato la presenza di un uomo accoltellato in strada. 

Quando gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Genzano e di Albano sono arrivati sul posto, hanno riconosciuto nell'uomo ferito, un romeno attualmente agli arresti domiciliari. Questo ha raccontato della lite avuta poco prima con il fratello durante la quale che lo aveva colpito alla schiena, all'altezza della scapola, con un grosso coltello da cucina.

Immediata la richiesta del 118 che ha provveduto a trasportare il ferito in ospedale, dove, giunto in codice rosso con la perforazione di un polmone, è stato sottoposto ad intervento chirurgico ed è attualmente ricoverato.

I poliziotti a quel punto sono entrati nell'abitazione e lì hanno trovato l'aggressore di 28 anni. Quest'ultimo, in evidente stato di agitazione e palesemente ubriaco, ha iniziato ad aggredire gli agenti colpendoli e opponendosi all'arresto.

Bloccato, è stato accompagnato negli uffici di polizia dove ha continuato a minacciare e ad aggredire gli operatori di polizia. Uno degli agenti ha riportato un trauma al ginocchio. Al termine degli accertamenti, il 28enne è stato arrestato per "tentato omicidio" e "lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite finisce nel sangue: tenta di uccidere il fratello accoltellandolo alla schiena

RomaToday è in caricamento