menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il torrente straripato a Bel Poggio Fidene (foto Reporter Montesacro)

Il torrente straripato a Bel Poggio Fidene (foto Reporter Montesacro)

Temporale a Roma: allagata la stazione metro Cipro, monitorate le banchine del Tevere

Numerosi gli interventi di vigilanza e monitoraggio da parte degli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale e dei volontari della Protezione Civile

Ancora maltempo a Roma ed ancora allagamenti e disagi. Sono numerosi gli interventi di polizia locale e volontari della protezione civile che dalla nottata sono impegnati in servizi di vigilanza e monitoraggio per le criticità legate all'ondata di maltempo che già a partire dalla tarda sabato sta colpendo la Capitale. 

A farne le spese anche la stazione della linea A della metro Cipro, chiusa dalle 11:30 causa allagamento. Un problema endemico, quello della stazione sotterranea in zona Baldo degli Ubaldi, con l'allagamento delle scale che ha poi coinvolto la fermata richiedendo la chiusura per "problema tecnico", si legge su InfoAtac. La stazione è stata poi riaperta intorno alle 16:00 circa. 

In particolare gli agenti della polizia locale sono stati impegnati in un'attività di vigilanza e monitoraggio delle banchine del Tevere con verifica della chiusura degli accessi e delle aree  più soggette a problemi di allagamento, come la zona dell'Idroscalo ad Ostia o anche vie dove si erano presentate criticità. Aniene e Tevere costantemente monitorati con il livello delle acque sotto il livello di allerta. 

Fulime colpisce pino a Villa Pamphilj 

Restano difficoltà sulla via Collatina, chiusa per allagamento dalla notte fra venerdì e sabato e dove da domenica mattina Polizia Locale e Protezione Civile sono impegnate con uomini e mezzi per ripristinare le condizioni regolari. Necessario l'intervento della macchine idrovore ì per riassorbire l'acqua in eccesso. 

Al momento, altri interventi in corso della Polizia Locale per presenza allagamenti  in zona Colombo e Laurentina. In particolare disagi si registrano su via della Magliana, altezza via di Valle Lupara. Scenario simile anche sulla via Ardeatina, con un allagamento davanti all'Istituto Comprensivo Formato che sta creando disagi agli abitanti della zona. 

Allagamenti anche fra Val Melaina ed il Tufello, con i volontari di Avs Cosmos  impegnati in via Giovanni Conti e via delle Isole Curzolane per allagamenti. Disagi anche sulla via Tiburtina, con difficoltà alla circolazione nella zona del Tiburtino III causa allagamento del fosso di Pratolungo, all'atlezza della stazione della metro B Santa Maria del Soccorso. 

In particolare i maggiori interventi, soprattutto per allagamenti, e in alcuni casi per caduta rami, hanno riguardato la via Collatina altezza GRA, via Tiberina, via Ardeatina, via Laurentina, via del Mare (altezza svincolo Roma-Fiumicino) e via Cesare de Fabriti

Preoccupa il fosse che si trova in via Lello Maddaleno zona Bel Poggio Fidene, nel III Municipio, straripato nella zona del "ponticello". Sul posto anche in questo caso i volontari di AVS Cosmos. Gli agenti hanno provveduto alla chiusura della strada, disposta dai vigioli del fuoco. 

Allagamenti che non hanno risparmiato come detto il Municipio Arvalia, come denuncia Marco Palma, esponente di Fratelli d'Italia Roma XI e già vicepresidente del Consiglio Municipale: "Da decenni assistiamo dopo ogni pioggia ai medesimi spettacoli, nei medesimi punti e con battute altrettanto cicliche che colpiscono il Sindaco di turno. Spesso, poi, il destino è beffardo ed a cadere sotto i colpi dell’ironia e dello sberleffo sono i medesimi oppositori che poi, a volte abbastanza casualmente, diventano pure Sindaci. Così è la vita, ma al di là della battute, è chiaro che a pagarne  le conseguenze sono i cittadini e la fruibilità della città sotto ogni punto di vista “.

“Oggi il Quartiere Marconi non era diverso dalla zona Piramide piuttosto che dall’area magliana in direzione Parco de Medici . Non cambiano le apprensioni dei residenti di Piana del Sole, che ormai vedono più spesso i Vigili del Fuoco e la Protezione civile che i parenti. Nel frattempo la politica continua ad impegnarsi e ad affannarsi in un dibattito stucchevole rispetto ai fondi per Roma - conclude Marco Palma - ed ai poteri da conferire al Campidoglio, con pochissimi illuminati impegnati  a sostenere la tesi che senza una reale rivoluzione organizzativa e politica, Roma sarà sempre vittima degli eventi in ogni settore".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento