Geolocalizza il telefono rubato, madre e figlio trovati in casa con la refurtiva

Il telefonino è stato poi recuperato dai carabinieri che hanno denunciato i due per ricettazione

Geolocalizzati attaverso il telefono cellulare rubato. E' accaduto sabato pomeriggio quando i Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese hanno denunciato a piede libero per ricettazione due cittadini polacchi, una donna di 60 anni e il figlio di 38 anni, con precedenti, entrambi residenti a Roma.

A portare i Carabinieri sulle tracce dei due è stato il geolocalizzatore del telefono di una donna, di 45 anni, che ne aveva denunciato il furto poco prima. Grazie all’applicazione dello smartphone, i militari sono riusciti a individuare e recuperare il prezioso cellulare, all’interno dell’abitazione dei due, a seguito della mirata perquisizione domiciliare. 

A conferma della localizzazione, anche i video della sorveglianza all’esterno di un bar a Trastevere, dove i Carabinieri hanno riconosciuto madre e figlio e la vittima.

Recuperato il cellulare, poi riconsegnato alla proprietaria, i due sono stati accompagnati in caserma dove sono stati trattenuti per la formalizzazione della denuncia di ricettazione e successivamente rilasciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento