"Soffocati dall'abusivismo": settecento tassisti in sit sotto al Ministero

Gli autisti delle auto bianche si sono riuniti in via Caraci a Monti Tiburtini. Al centro delle richieste la difesa della Legge 21/92

Monti Tiburtini: sit in in via Caraci

"La legge 21/92 non si tocca". Questo il grande striscione che ha fatto da cornice al sit in indetto nel pomeriggio di ieri dai tassisti romani e del resto d'Italia sotto la sede distaccata del Ministero dei Trasporti di via Giuseppe Caraci, a Monti Tiburtini. Circa settecento i conducenti di auto bianche che hanno affollato la strada sotto al dicastero per protestare contro il rinvio della Legge Quadro contro l'abusivismo.  Tra di loro diverse organizzazioni sindacali ed associazioni di categoria.

TAVOLO TECNICO - Proprio ad una nota congiunta dei sindacati è affidato il compito di spiegare le motivazioni del sit in: "Con la nostra presenza in quella sede, abbiamo voluto dare un forte segnale alla categoria, relativo al non riconoscimento del tavolo tecnico convocato dal Ministero,sia per i criteri utilizzati per la sua composizione, sia per le rappresentanze che vi partecipano. Nel precedente incontro di carattere generale, convocato presso la sede del Ministero a Porta Pia, ci era stata garantita la consegna di un testo del decreto attuativo della legge 21/92, ribadita anche nella lettera di convocazione giunta alle strutture che si sono auto proposte per la riunione odierna (3 settembre ndr)".

NESSUN ELABORATO - Una nota congiunta a firma Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl taxi, Uil Trasporti taxi, Unione Tassisti Italiani, Unimpresa Taxi e Ati Taxi che prosegue: "Durante lo svolgimento del sit in di protesta, abbiamo appreso da un responsabile del MIT che ad oggi non è disponibile alcun elaborato. Dopo aver ribadito la necessità di avere decreti attuativi incentrati esclusivamente sul rispetto della legge 21/92, senza alcun tipo di modifica, abbiamo lasciato il presidio senza attendere coloro che hanno partecipato alla riunione, in quanto, a nostro avviso, non rappresentativi delle nostre istanze: ci dichiariamo favorevoli ad un confronto solo con coloro che realmente ed unicamente rappresentano la categoria taxi, in attesa dell'elaborato da parte del MIT".

FORME DI LOTTA - Sit in dei Monti Tiburtini che potrebbe essere solo un assaggio della protesta: "Resta inteso - conclude la nota congiunta firmata dai sindacati -  che dopo la consegna del testo del Ministero e le opportune valutazioni fatta insieme ai nostri legali, ci riserviamo la possibilità di intraprendere ogni forma di lotta in qualsiasi sede, sindacale e legale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento