Cronaca

Tassametri alterati e corse come l'oro: il Codacons si rivolge alla Procura

In seguito all'inchiesta pubblicata dal Corriere della Sera in merito alle alterazioni dei tassametri il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla Procura

Alterazione dei tassametri e impennata delle corse che costano come l'oro. Lo ha messo in evidenza l'inchiesta pubblicata oggi dal Corriere della Sera e il Codacons ha deciso di depositare oggi stesso un esposto in Procura, chiedendo di indagare in merito al sospetto raggiro messo in atto dalle auto bianche della capitale.

"Si tratta di una truffa gravissima – spiega l’associazione – che consente ad alcuni tassisti disonesti di triplicare gli incassi a danno dei clienti, e determina un ingiusto arricchimento a vantaggio delle officine criminali che alterano i tassametri. Una vera e propria associazione a delinquere finalizzata a spillare soldi ai cittadini".


Per tale motivo il Codacons, nell’esposto inviato alla Procura della Repubblica di Roma, chiede di aprire delle indagini alla luce dei possibili reati di truffa aggravata, associazione a delinquere e falso, acquisendo la registrazione realizzata dal Corriere della Sera e individuando le officine responsabili delle manomissioni. L’associazione chiede inoltre sia disposto il sequestro delle officine stesse e dei taxi coinvolti nella vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassametri alterati e corse come l'oro: il Codacons si rivolge alla Procura

RomaToday è in caricamento