Tavolino selvaggio, il Tar 'libera' Piazza Navona: accolto ricorso del Codacons

L'associazione è intervenuta contro il ricorso di due bar che chiedevano l'annullamento di un provvedimento comunale 'contro' i loro tavolini

Immagine di repertorio

Il Tar del Lazio contro il tavolino ‘selvaggio’. Il tribunale amministrativo ha accolto la richiesta dell’associazione che lavora in difesa dei consumatori, il Codacons intervenuta in giudizio contro il ricorso di due bar di Piazza Navona. A diffondere la notizia il Codacons in una nota.

IL RICORSO AL TAR - Gli esercizi commerciali infatti si erano rivolti al Tar per chiedere l`annullamento dei provvedimenti con cui il Comune di Roma disponeva la chiusura per cinque giorni dei due locali e il dimezzamento dei tavolini sulla piazza. Contro tale ricorso era intervenuto in giudizio il Codacons, chiedendo di bloccare i tavolini selvaggi.

LA SENTENZA - Il Tar (II sez. ter, Presidente Maddalena Filippi, Relatore Roberto Caponigro) ha accolto l`istanza dell`associazione dei consumatori e ha ordinato il ripristino immediato dello stato dei luoghi, scrivendo nell`ordinanza "che l'interesse prospettato dalle ricorrenti appare recessivo rispetto all'interesse pubblico all'immediata esecuzione" del ridimensionamento dell`occupazione pubblica per il posizionamento dei tavolini.

IL PRESIDENTE - Soddisfatto il presidente dell’associazione Carlo Rienzi: "Finalmente torna la legalità nel centro storico dopo 15 anni di abusi e tavolini che occupavano in modo irregolare il suolo pubblico, il Codacons, controllando alcuni esercizi commerciali di Piazza Navona, ha rotto il cerchio magico che consentiva a bar e ristoranti di disporre a proprio piacimento di aree storiche tutelate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA RICHIESTA – Conclude Rienzi: "Ora Piazza Navona deve tornare ad essere fruita da cittadini e turisti di tutto il mondo, e va attuato il piano del sindaco Marino che prevede il dimezzamento dei tavoli. In caso contrario chiederemo il sequestro dei locali che non si adegueranno alle nuove disposizioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento