Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Vigili e tangenti: il sindaco Alemanno atteso oggi in Procura

Il sindaco Gianni Alemanno si recherà oggi in Procura. L'inchiesta sulle presunte tangenti pagate ai vigili urbani da commercianti del centro storico prosegue. Al momento 5 indagati

Continua la bufera sulla municipale capitolina. Una storia di mazzette, di licenze rilasciate e immobili restaurati su cui sta indagando la Procura. Le presunte tangenti che sarebbero state pagate a un gruppo di vigili urbani del I gruppo da commercianti del centro storico stanno mettendo in serie difficoltà il comandante Angelo Giuliani che, però al momento non è tra gli indagati.

LE INDAGINI - Verificare se la richiesta di mazzette fatta da alcuni vigili urbani che operavano nei quartieri del centro di storico di Roma fosse un "modus operandi" consolidato. Un lavoro che i pm della procura di Roma hanno affidato ai carabinieri e che punterà a capire se ci sono altre vittime oltre al commerciante romano, Paolo Bernabei, proprietario di locali nella zona della movida di Trastevere, e un proprietario di un appartamento in via Natale Del Grande, sempre nello storico quartiere della Capitale, che avrebbe versato ai vigili una tangente da 12 mila euro per alcuni lavori abusivi. Cinque, al momento, i vigili indagati per concussione dal pm Laura Condemi. Iscritto nel registro degli indagati anche un geometra.

Nel registro non compare il nome del capo del corpo, Angelo Giuliani, che però potrebbe essere convocato a breve a piazzale Clodio per essere ascoltato come persona informata sui fatti così come il capo del I gruppo, Stefano Napoli. Sul comandante Giuliani si è scatenata un'altra bufera, anche se alle voci del rischio di un avvicendamento, il capo della polizia municipale ha replicato: "Dimissioni? E perché? Non sono mica Schettino".

La vicenda, però, suona come una nuova mazzata dopo lo scandalo delle monetine di Fontana di Trevi: in un video delle Iene i 'pizzardoni' restavano impassibili davanti al furto delle monetine nella celebre Fontana. Uno scoop che costò il posto all'allora comandante del gruppo del centro storico, Cesarino Caioni. Sul nuovo scandalo che investe la polizia di Roma Capitale, domani è, intanto, atteso in procura il sindaco Gianni Alemanno che già la settimana scorsa, su questa vicenda, aveva avuto un incontro con il reggente della procura, Giancarlo Capaldo. In questa fase il lavoro degli inquirenti punta a stabilire se anche altri commercianti, o imprenditori, così come ipotizzato nella denuncia, siano stati vittime delle illecite richieste di danaro da parte degli indagati. Non solo, i militari dovranno controllare anche i movimenti bancari di questi ultimi per cercare riscontri sul denaro estorto a Bernabei ed, eventualmente, ad altre persone.

E l'inchiesta rischia di allargarsi: potrebbe spuntare l'ombra del racket. I pm avvieranno accertamenti per capire le ragioni del trasferimento di una trentina di agenti, appartenenti sempre allo stesso gruppo. In particolare chi indaga vuole accertare se tale iniziativa sia collegabile a condotte di tipo illecito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili e tangenti: il sindaco Alemanno atteso oggi in Procura
RomaToday è in caricamento