Cronaca Centocelle / Viale Palmiro Togliatti

Municipio V: soldi al dipendente dell'ufficio tecnico in cambio di autorizzazioni

In manette anche un geometra dell'Agenzia delle Entrate. Le indagini relative al 2013 proseguiranno per accertare ulteriori altri reati

Un oliato sistema di favori e tangenti per favorire alcune pratiche relative ad autorizzazioni per opere edili esterne e senza il rispetto delle normali procedure. Questo lo scandalo che ha coinvolto un ex dipendente dell'Ufficio Tecnico del V Municipio arrestato dagli investigatori di polizia dopo un'attività di indagine iniziata nel 2013. Assieme a lui è finito in manette un geometra dell'Agenzia delle Entrate di Ostia, dovranno rispondere delle accuse di truffa, concussione, ricettazione, falsità in atti pubblici, abuso d’ufficio e accesso abusivo alla banca dati del sistema informatico dell’Agenzia delle Entrate.
 
ORDINANZE DI MISURA CAUTELARE - Le misure cautelari sono state notificate ai due lo scorso 20 novembre quando gli agenti della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato Torpignattara, diretto dal dottor Ermanno Baldelli, hanno eseguito due ordinanze per l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, nei confronti dei due dipendenti pubblici di 64 e 60 anni.

COMUNICAZIONE RISERVATA - Le indagini sono iniziate a seguito di una comunicazione riservata del 2013, secondo la quale, l'ex dipendente dell'Ufficio Tecnico di 64 anni, abusando della propria qualifica, intraprese rapporti con persone, soprattutto straniere, per realizzare, previo pagamento diretto, (da 1.000 a 2.500 euro) alcune pratiche relative ad autorizzazioni per opere edili fuori e senza il rispetto delle normali procedure.

GEOMETRA DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE - L’iniziale attività investigativa, confermava tale ipotesi e pertanto, come disposto dal Magistrato, gli agenti hanno iniziato un'attività di intercettazione telefonica nei confronti dell’indagato che, oltre a confermare quanto sospettato, ha svelato anche frequenti contatti con un altro dipendente pubblico, un geometra 60enne dell'Agenzia delle Entrate, sottoposto anche questo ad attività di indagine.

COLLAUDATA RETE CI ATTIVITA' ILLECITE - Le successive verifiche oltre a confermare il fattivo supporto tecnico da parte del geometra, hanno fatto luce su una collaudata ed ampia rete di attività illecite che spaziava dal pagamento di somme di denaro per l’accesso abusivo alle banche dati, all’agevolazione di iter autorizzativi non disdegnando, in alcuni casi, di millantare competenze funzionali inesistenti per il cui interessamento venivano avanzate richieste di denaro.

ULTERIORI ACCERTAMENTI - Nel corso delle indagini, sono state effettuate anche delle perquisizioni che hanno portato al sequestro di vari documenti tecnici sottoposti a perizia da parte di esperti nominati dal Tribunale. Sono tuttora in corso indagini da parte della Polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio V: soldi al dipendente dell'ufficio tecnico in cambio di autorizzazioni

RomaToday è in caricamento