Cronaca

Denunciò i pusher con un sms prima di suicidarsi, altri sette arresti

Le indagini della Polfer nell'ambito della Operazione Tuscum. Dopo i primi arresti sequestrati altri 27 chili tra cocaina e marijuana

Parte della droga sequestrata nell'Operazione Tuscum

Era il 14 aprile del 2013 quando un 28enne dei Castelli Romani si tolse la vita facendosi travolgere da un treno sui binari nei pressi della stazione di Lanuvio. Un gesto estremo preceduto da un ultimo sms che il giovane inviò ai genitori poco prima di suicidarsi e nel quale denunciava gli spacciatori che gli avevano fornito della sostanza stupefacente. Da allora sono passati quattro anni con gli investigatori del Compartimento Polfer del Lazio che hanno avviato una meticolosa indagine che ha portato ai primi quattro arresti, effettuati nell'aprile del 2016. A distanza di un anno le investigazioni sono sfociate questa mattina in un blitz della Polfer che ha notificato sette ordinanze di custodia cautelare, di cui quattro in carcere, ad altrettante persone, residenti tra la zona del Tuscolano e di Monte Spaccato, tra loro anche un uomo siciliano, già detenuto per altri reati in Sicilia

OPERAZIONE TUSCUM - L'Operazione Tuscum,  protrattasi nel tempo e supportata da intercettazioni telefoniche ed ambientali, ha consentito di procedere, in più momenti, all’arresto complessivo di 9 persone con annesso sequestro di circa 20 chili di cocaina, nonché di una pistola con relativo munizionamento e la somma di  400mila euro.

ULTIMI ARRESTI - Una seconda fase dell’operazione, conclusasi con le attività odierne, ha consentito di delineare l’attività di vendita dello stupefacente ed eseguire l’arresto in flagranza di altre quattro persone dal marzo al giugno 2015, con l’ulteriore sequestro di circa 7 chili di cocaina e 20 chili di hashish, nonché l’individuazione di un appartamento adibito, in via esclusiva, a deposito dello stupefacente nella zona del Tuscolano

Operazione Tuscum 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciò i pusher con un sms prima di suicidarsi, altri sette arresti

RomaToday è in caricamento