Cronaca Tivoli

Tragedia sull'A24, due fratelli gemelli morti dopo essere precipitati da un cavalcavia

L'allarme alle 14.40. I due, 56 anni d'età, sono finiti su una strada bianca, non lontana dalla via Maremmana

Tragedia sull'A24. Due persone, i fratelli Checco e Bruno Grilli, sono morte dopo essere precipitate da un cavalcavia all'altezza del chilometro 12 e 700, nel territorio di Tivoli. A dare le prime notizie i vigili del fuoco, intervenuti sul posto alle 14.40.

Inutili i soccorsi: per i due, fratelli gemelli di 56 anni d'età, non c'è stato nulla da fare. I corpi sono finiti su una strada bianca, a 900 metri da un carrozzeria della via Maremmana, sempre nel territorio di Tivoli. 

Sul posto la polizia stradale e la polizia di stato. Dalle informazioni raccolte i due gemelli sarebbero entrambi residenti a Gallicano nel Lazio. Secondo quanto si apprende i primi ad accorgersi dell'accaduto sarebbero stati degli automobilisti che hanno riferito ai vigili del fuoco di una vettura ferma su un viadotto dell'autostrada nei pressi di Tivoli. I corpi senza vita dei due si trovavano invece una settantina di metri più in basso. Le circostanze indicate avallerebbero l'ipotesi del suicidio. Ulteriori accertamenti sono però in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sull'A24, due fratelli gemelli morti dopo essere precipitati da un cavalcavia

RomaToday è in caricamento