Cronaca Ponte Galeria

Cie di Ponte Galeria: 38enne marocchino tenta la fuga lanciandosi dalla recinzione

A comunicare l'accaduto è una nota della Prefettura di Roma. Di recente, Boukili Whid ha dichiarato di voler compiere analoghi gesti. Inviato ad una struttura psichiatrica, non aveva ricevuto particolari prescrizioni

Ancora un dramma della miseria dal Cie di Ponte Galeria. Un 38enne marocchino, Boukili Whid, ha tentato la fuga lanciandosi dalla recinzione del centro di identificazione ed espulsione di Roma. A comunicarlo è stata la prefettura di Roma con una nota, in cui si specifica che Whid, “era destinatario di un decreto di espulsione del Prefetto di Roma in data 6/8/2007, cui non aveva ottemperato ed era accusato di vari reati”.

Il 38enne maghrebino si trova al Cie dal 27 gennaio scorso ed era in attesa di essere accompagnato nel paese di origine. “L'uomo”, informa la nota della Prefettura, “aveva recentemente dichiarato di voler compiere analoghi gesti, tanto che era stato inviato presso una struttura psichiatrica romana da cui era stato rilasciato senza particolari prescrizioni”.

Nei mesi scorsi ci sono state diverse denunce da parte di consiglieri regionali ed esponenti politici che hanno visitato il campo in cui si sottolineavano le condizioni di miseria estrema in cui il campo stesso versava.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cie di Ponte Galeria: 38enne marocchino tenta la fuga lanciandosi dalla recinzione

RomaToday è in caricamento