Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

Agente della polizia penitenziaria si spara in auto. Trovato morto da un passante

Il gesto estremo nella zona di Pietralata. La rabbia del sindacato Uilpa: "E' il sesto caso in un anno"

Un passante l'ha scorto accasciato in auto, privo di vita. Immediata l'allerta alle forze dell'ordine che, giunte sul posto, hanno ricostruito quanto accaduto. Il corpo all'interno di quell'auto, parcheggiata in una piccola via del quartiere Pietralata, era di un agente delle polizia penitenziaria che poco prima aveva deciso di togliersi la vita sparandosi. La tragedia nel cuore della notte tra sabato e domenica. A perdere la vita un 35enne originario della provincia di Reggio Calabria, ma residente a Roma per lavoro. Nessun dubbio sul gesto estremo. Per tutta la notte sono andati avanti i rilievi della polizia scientifica per ricostruire nei dettagli l'accaduto.

A commentare la notizia è il sindacato UilPa che spiega come l'uomo lavorava presso la centrale operativa nazionale di Roma. "Sale tragicamente a 6 il numero degli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria che dall’inizio dell’anno si sono tolti la vita, mentre a 52 ammontano i suicidi dei detenuti nello stesso periodo. Una carneficina, una strage senza precedenti e che non può non avere, seppur fra concause diverse, un’origine comune. Uno stillicidio di vite spezzate che vede il Governo inerte, capace evidentemente di varare solo decretini, forse strumentali a strategie politiche, ma non certo utili a sollevare le sorti di un sistema carcerario sempre più alla deriva, né a fermare la spirale di morte che non ha precedenti”, dichiara Gennarino De Fazio, segretario generale della UILPA polizia penitenziaria.

“Sappiamo bene che a provocare un gesto estremo come il suicidio concorrono una serie di fattori, ma ciò che sta accadendo, con un’incidenza di cui non si ha memoria nella storia dell’amministrazione penitenziaria, non può non derivare direttamente anche da ragioni connesse al lavoro prestato. Per questo per noi si tratta di morti in servizio e per servizio”, argomenta il Segretario della UILPA PP.

Un altro sindacato, il Si.N.A.P.Pe esprime profondo cordoglio per questa ennesima perdita e si unisce al dolore dei familiari e dei colleghi. “Siamo di fronte a un dramma umano che non può essere ignorato o minimizzato”, afferma il Roberto Santini, che rappresenta l’organizzazione sindacale Si.N.A.P.Pe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente della polizia penitenziaria si spara in auto. Trovato morto da un passante
RomaToday è in caricamento