Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Roma, violentata due volte dopo serate in discoteca. Gli abusi filmati e diffusi con il cellulare

La vittima era stata adescata e drogata in due locali di Testaccio e della zona Tuscolana. I carabinieri lo scorso sette agosto hanno arrestato un ragazzo di 28 anni

È stata violentata per due volte tra gennaio e aprile dopo aver passato due serate in discoteca nei locali di musica latino americana a Testaccio prima e nella zona del Tuscolano poi. Un incubo per una ragazza sudamericana di vent'anni drogata e una volta ridotta in stato di incoscienza, stuprata più volte e in entrambe le occasioni da un giovane di ventotto anni dell'Ecuador.

Violenze aggravate dal fatto che la ventenne è stata anche ripresa durante gli abusi sessuali, con il suo aguzzino che aveva iniziato a diffondere nelle chat i video. A mettere fine alla scioccante vicenda sono stati i carabinieri che lo scorso sette agosto hanno arrestato l'ecuadoregno dopo un'indagine coordinata dalla procura di Roma.

Ora il ragazzo è accusato di "violenza sessuale aggravata e continuata" e di "diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti". Non solo. La situazione potrebbe aggravarsi perché chi indaga non esclude che possano esserci anche altre giovani vittime. 

Il racconto choc

È stata proprio la ragazza di venti anni a farsi coraggio e denunciare tutto ai carabinieri. La giovane ha raccontato che il ventottenne, almeno in due diverse occasioni, le ha somministrato ripetutamente sostanze alcoliche e stupefacenti in due locali della Capitale. Poi, approfittando del suo stato di incoscienza, l'avrebbe sottoposta a reiterati atti sessuali contro la sua volontà, riprendendo tutto con il suo cellulare.

Le indagini

Vista la gravità della situazione, i carabinieri di via in Selci hanno svolto un'indagine a 360 gradi. Durante le fasi investigative è stato possibile delineare un quadro che supportava fin da subito le tesi della vittima. Sono stati acquisiti i filmati in questione e le testimonianze degli amici della ventenne sudamericana, riuscendo a identificare l'autore delle violenze. 

Trovata cocaina 

Dopo averlo individuato, il ventottenne è stato sottoposto a una perquisizione domiciliare. Lì nascondeva grammi di sostanza stupefacente, un bilancino di precisione e di vari supporti informatici tra cellulari, tablet e pc il cui contenuto sarà esaminato per verificare l’eventuale presenza di ulteriori filmati e scongiurare l'esistenza di altre vittime.

Il giovane dopo l'arresto dello scorso sette agosto è stato portato nel carcere di Regina Coeli. Era già noto ai militari dell'Arma in quanto il tre agosto era stato fermato arrestato dai carabinieri della stazione di Cinecittà perché teneva, insieme a un amico peruviano, 440 grammi di cocaina suddivisa in 49 ovuli. 

I precedenti

A Roma non è la prima volta che le indagini raccontano i lati oscuri delle serate in discoteca. Eclatante fu il caso dello stupro avvenuto in una discoteca di Roma nord nella notte tra il 18 e il 19 maggio di quattro anni fa. Nella prima parte delle indagini in manette finì già un 25enne romeno e poi un buttafuori.

L'anno scorso, invece, una studentessa in Erasmus nella Capitale fu violentata da un ventunenne. La giovane aveva passato una serata in un locale nella zona di Portonaccio-Casal Bertone. Una nottata spensierata in cui la ragazza avrebbe poi conosciuto un giovane. Poi l'abuso sessuale. Prima ancora il caso di una ragazza violentata dopo una serata passata in una discoteca di Ostia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, violentata due volte dopo serate in discoteca. Gli abusi filmati e diffusi con il cellulare
RomaToday è in caricamento