Cronaca

Stupro a Colli Albani: ragazzo drogato e violentato da due amici

La vittima venne trovata sanguinante fuori un bar lo scorso autunno

Lo hanno drogato, rinchiuso in casa e violentato a turno per poi cacciarlo dall'appartamento ancora sanguinante. E' una storia di violenza quella accaduta lo scorso autunno a Colli Albani a Roma dove un giovane è stato stuprato da due amici. A ricostruire la tragica vicenda gli agenti di polizia che hanno arrestato due ragazzi romani ritenuti responsabili dello stupro. 

Sanguinante davanti un bar a Colli Albani 

La vicenda si è svolta nello scorso autunno: un giovane, poco dopo le 5 di mattina, è stato soccorso dall’ambulanza e dalla Polizia di Stato in un bar di Colli Albani. Seppur molto agitato e con frasi sconnesse, il ragazzo ha raccontato di aver fatto uso di droghe e di essere stato  violentato da alcuni amici. I successivi accertamenti clinici hanno confermato sia la violenza sessuale che l’assunzione di stupefacenti, con una prognosi di 25 giorni.

Il festino nella casa di Colli Albani 

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori di polizia del Commissariato Appio, la serata era cominciata a casa dei due amici dove la vittima, un ragazzo romano di 22 anni aveva cenato. Poi il festino, con i tre che hanno consumato e fumato cocaina sottoforma di crack. Già sballato, il 22enne è stato poi drogato con la GBH (gamma-idrossibutirrico), conosciuta come "droga dello stupro", una sostanza incolore ed insapore che può essere facilmente sciolta in una bevanda senza che la vittima se ne accorga. Droga dello stupro che combinata all'alcol, come nel caso di quanto accaduto a Colli Albani, produce effetti quasi immediati, dopo circa 10-20 minuti dall'assunzione, causando perdita del senso dalle realtà e delle capacità di coodinamento, oltre a disturbi della memoria. 

La droga dello stupro e la violenza sessuale 

Da qui le avances sessuali da parte dei due nei confronti del 22enne che, una volta rifiutatosi di consumare un rapporto a tre, è stato cacciato dall'appartamento dei Colli Albani.  Sballato e fuori controllo dopo aver vagato un po’ per la strada, il ragazzo è tornato indietro con l’intenzione di farsi riaccompagnare a casa. Una volta dentro casa è quindi cominciato l'incubo. Minacciato e picchiato i due lo hanno stuprato entrambi a turno e lo hanno rimandato in strada sangunante, non prima di averlo minacciato che, se avesse raccontato a qualcuno quello che era successo, avrebbero fatto vedere il video al fidanzato. Secondo quanto ipotizzato dalla stessa vittima, i violentatori, durante la cena, gli avrebbero fatto assumere a sua insaputa altra droga, sempre GBH. 

I capi d'accusa 

I poliziotti, dopo una serie di accertamenti, sono giunti all’identificazione dei due violentatori, entrambi romani, di 32 e 25 anni. Al termine delle investigazioni, lo scorso 4 di maggio, è stata quindi notificata l'Ordinanza di Custodia Cautelare a carico degli indagati emessa dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica di Roma ed eseguita dagli agenti del Commissariato Appio di Polizia. Violenza sessuale di gruppo, lesioni e, per uno degli indagati, spaccio di sostanze stupefacenti: sono questi i capi di accusa che gravano su 2 giovani fermati dalla Polizia di Stato per aver drogato e violentato un loro conoscente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro a Colli Albani: ragazzo drogato e violentato da due amici

RomaToday è in caricamento