Cronaca Prenestino / Via Capua

Stupro a Marranella: torna libero il 23enne accusato di violenza sessuale

Il giudice ha disposto nei suoi confronti il solo obbligo di dimora

E’ stato scarcerato il cittadino honduregno di 23 anni fermato lo scorso venerdì con l'accusa di avere violentato una ragazza italiana di 20 anni in un cortile condominiale in zona Marranella - Tor Pignattara. Dopo l’interrogatorio di convalida e garanzia il giudice ha disposto nei confronti dell’uomo il solo obbligo di dimora. Il Pubblico Ministero Eleonora Fini procede per violenza sessuale. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la giovane ha incontrato l’immigrato, che ha 23 anni, in un bar della via Casilina. 

Libero lo stupratore di via Capua 

Secondo gli inquirenti, successivamente all'incontro nel bar della via Casilina, la 20enne, una volta arrivata nel cortole condominiale di via Capua, ha urlato e richiamato l’attenzione di alcuni passanti. Potrebbe esservi stato un incontro consapevole e consenziente poi però seguito da uno stupro.

Lo stupro a Marranella

I fatti presero corpo lo scorso venerdì. La giovane si era recata nel bar della strada consolare, dove aveva conosciuto il giovane sudamericano,  il quale, poco dopo, le aveva chiesto di uscire dal locale assieme a lui. Poi la violenza sessuale, all'interno di un cortile condominiale che si trova dietro l'ospedale Vannini. L'uomo venne poi fermato la sera stessa dagli agenti della IV Sezione della Squadra Mobile e dai poliziotti del commissariato Tor Pignattara. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro a Marranella: torna libero il 23enne accusato di violenza sessuale

RomaToday è in caricamento