Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Stupro di gruppo in un B&B: minorenne violentata dopo una festa privata

Nei guai due ventenni, al vaglio la posizione di un terzo ragazzo. Le indagini partite da un episodio analogo a piazza Bologna: coinvolto uno dei 20enni oggi ai domiciliari. Analoghe le modalità

Stupro di gruppo a Roma. Due ragazzi di 20 anni agli arresti domiciliari e un terzo, di 16 anni, ancora sotto indagine, la cui posizione è al vaglio degli inquirenti. Sarebbero loro, secondo il racconto della vittima e le investigazioni della squadra di polizia giudiziaria diretta da Angelo Vitale del commissariato Porta Pia, ad aver abusato di una ragazza di 17 anni dopo una festa in un bed and breakfast a Trastevere. I fatti, secondo quanto riscontrato da RomaToday, sono andati in scena lo scorso novembre. 

A denunciare il tutto è stata proprio la vittima che, spinta da alcuni amici, si è fatta coraggio raccontando quanto subito dal gruppo con uno di loro, in particolare, già finito nei guai per un altro episodio di violenza sessuale dello scorso febbraio. Andiamo con ordine. Siamo a Trastevere, uno dei rioni storici di Roma. Qui, in una struttura ricettiva, alcuni ragazzi hanno organizzato una festa, una di quelle che con il Lazio in zona gialla era frequente trovare in vari quartieri della Capitale.

Minorenne violentata a Trastevere

La musica, le risate e qualche bicchiere di troppo. L'orario del coprifuoco ormai superato e la decisione di restare a dormire lì. Una scelta diventata poi un incubo per la ragazza di 17 anni. Dal suo racconto, supportato dalle indagini della squadra di polizia giudiziaria di Porta Pia, è infatti emerso che dopo essersi addormentata al termine della festa si è risvegliata con addosso tre ragazzi (due di 20 anni e uno di 16) che stavano abusando di lei, uno dei quali, appunto, a febbraio di quest'anno abusò di un'altra ragazza, una studentessa di piazza Bologna.

La precedente violenza sessuale a piazza Bologna

Vittima, in quella circostanza, una studentessa universitaria di 20 anni. Dalla sua denuncia emerse come, anche in quel caso dopo una festa privata, la serata si trasformò in un incubo. Secondo il racconto della giovane lei e una sua amica si erano addormentate su un letto. Un ragazzo, romano di 20 anni, entrò nella stanza. Qui, secondo la testimonianza della vittima supportata dalle indagini della polizia, la violenza sessuale - confermata anche dalla sua amica - con il ragazzo che avrebbe approfittato del fatto che la "sua" giovane preda dormisse dopo quel party. Fatti analoghi tant'è che il 20enne autore della violenza sessuale di piazza Bologna, altri non era che uno dei componenti del branco di Trastevere.

Le indagini e i due procedimenti

È stato proprio l'abuso sessuale consumato a piazza Bologna che ha messo in moto le indagini del commissariato di polizia di Porta Pia grazie alle quali, ascoltando la vittima e alcuni suoi amici, sono riusciti a risalire anche al secondo stupro, quello di Trastevere, avvenuto sempre dopo una festa e con le stesse modalità.

Fatti i dovuti riscontri investigativi, la Procura di Roma ha così deciso di unire i due fatti in un unico procedimento chiedendo e ottendeno dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma l'applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, con annesso controllo tramite braccialetto elettronico, per i 2 indagati di 20 anni, mentre la posizione del terzo ragazzo, il 16enne, è al vaglio della Procura specializzata responsabili del fatto di Trastevere. Mentre per uno dei due romani di 20 anni, c'è in corso anche il procedimento per la violenza sessuale dello scorso febbraio. Le ordinanze sono state eseguite dagli stessi agenti del commissariato Porta Pia. Non è escluso che ci possano essere anche altre vittime.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro di gruppo in un B&B: minorenne violentata dopo una festa privata

RomaToday è in caricamento