Cronaca

Giovane violentata, lui pochi mesi prima in arresto per stupro

Costringe una donna a scendere dall'autobus, poi la rapina e la violenta. Dopo lo stupro lei chiama la polizia e l'aggressore viene arrestato. Pochi mesi prima era stato fermato per un'altra violenza

Una giovane è stata costretta a scendere dall'autobus per essere poi violentata. Il suo aggressore, già fermato, era stato già arrestato pochi mesi prima per violenza sessuale.

È accaduto sabato su un autobus di linea della capitale dove L.M un uomo di 47 anni ha notato la giovane, in stato di alterazione alcolica, ha iniziato a paleggiarla fino ad afferrarla, mentre lei cercava di divincolarsi, e farla scendere a forza dal mezzo pubblico. Una volta scesi, l'ha condotta in un parco e l'ha rapinata e poi stuprata. Subito dopo la violenza la donna con uno stratagemma ha convinto l’uomo ad accompagnarla in una vicina sala giochi dove avrebbe ritirato il denaro che gli avrebbe successivamente consegnato. Una volta all’interno della sala giochi la giovane ha chiesto aiuto e ha chiamato il 113.

Gli uomini delle Volanti, arrivati immediatamente sul posto, hanno bloccato l’uomo che, nel frattempo, si era nascosto nei pressi del locale. L’uomo condotto presso gli Uffici della Squadra Mobile, diretta dal Dr. Vittorio Rizzi, è stato identificato per L.M. di 47 anni già noto perché solo pochi mesi fa era stato tratto in arresto per violenza sessuale ai danni di una minorenne. L’uomo è stato sottoposto a fermo e condotto presso il Carcere di Regina Coeli in attesa del provvedimento di convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane violentata, lui pochi mesi prima in arresto per stupro

RomaToday è in caricamento