Cronaca Portuense

Stupro Amore09, la ragazza violentata: “Pronta a farmi giustizia da sola”

Dura la reazione della 23enne dei Castelli: “Se non fanno giustizia come si deve, io giustizia me la faccio da sola”. Durissimo anche il padre: “Lui dovrà dormire sempre con il pensiero di cosa può succedergli domani. Io lo aspetto per tutta la vita”

Nel giorno in cui Davide Franceschini è stato arrestato il questore aveva raccontato che Elisa “era più serena”. Ieri però la giovane dei Castelli era tutt'altro che serena, anzi decisamente sconvolta, per la decisione del Gip che sabato ha consentito al suo violentatore di ottenere gli arresti domiciliari, dopo neanche 24 ore di cella.

La sua rabbia è esplosa in un'intervista televisiva a Studio Aperto, nel corso della quale è arrivata a promettere giustizia personale. “Se non fanno giustizia come si deve, io giustizia me la faccio da sola" ha detto la giovane intervistata nella sua casa dei Castelli romani, dove vive insieme ai genitori.

La rabbia è soprattutto nei confronti del giudice. “Al giudice direi che se l'avessero fatto a sua figlia vorrei vedere cosa faceva".

Durissimi anche i genitori. La madre nella stessa intervista ha detto: “E' una vergogna, tutti sono sconcertati di questo fatto perché non è possibile. Dicono che c'è giustizia ma dov'è la giustizia. Mia figlia è distruttissima dopo tutto quello che ha subito anche questa umiliazione. Non è possibile un fatto del genere".

Il padre promette giustizia personale: “E' uno schifo, ma vedi cosa sta succedendo in questi giorni a Roma e tu lo cacci subito fuori. Io ho detto che lui tutte le sere quando va a dormire deve pensare domani che cosa mi può succedere, tutte le sere  per tutta la vita, si può sposare, avere dei figli, tanto io lo aspetto non c'è problema".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro Amore09, la ragazza violentata: “Pronta a farmi giustizia da sola”

RomaToday è in caricamento