Velletri e i casi di stupro: "Non è solo psicosi, il pericolo esiste"

A parlare a Chi l'ha visto è il marito di una delle due donne che hanno subito violenze sessuali nella cittadina di Velletri

Ringrazia per la solidarietà e invita a non sottovalutare il problema. Di ieri sera il collegamento telefonico a Chi l'ha visto con il marito di una delle due vittime di stupro a Velletri. Già, il caso non è stato ancora risolto e resta il mistero del, per il momento solo presunto, stupratore seriale. Che sia una solo o più di uno nel paesino dei Castelli resta la paura.

"Il sindaco dice che non dobbiamo essere allarmisti ma non sono d'accordo". Così il marito della vittima alla giornalista Federica Sciarelli. Anche perché, continua l'uomo, "non mi sembra che il malvivente sia stato preso". E poi puntualizza. "Tra l'altro Velletri è dotata di telecamere di sorveglianza nei parcheggi ma molti di questi circuiti non sono funzionanti". Questo è il motivo per cui gli inquirenti non hanno potuto utilizzare i filmati per le indagini.

Il primo cittadino di Velletri, Fausto Servadio, a pochi giorni dagli episodi di violenza e rapine aveva convocato una conferenza stampa per fare chiarezza su alcuni punti. "Velletri è sicura - dichiarava - il territorio è presidiato e la psicosi non va alimentata". E poi alcune precisazioni sui fatti accaduti.

Gli episodi di violenza sessuale a cui si fa riferimento sono due, uno del 2 febbraio davanti al Rerinantes intorno alle 18, l'altro del 9 a mezzanotte e mezzo nel parcheggio di Piazza Garibaldi. Per il resto si tratta di scippi e rapine. In tutto 5 casi denunciati e 3 solo raccontati alle forze dell'ordine. Detto questo il territorio, come ci ha tenuto a precisare Servadio, è controllato da agenti e militari non ci sarebbe motivo di creare allarme, nè, tantomeno, di cavalcarne l'onda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento