Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Viaggio della Memoria, studente del Cattaneo picchiato a Cracovia

Il ragazzo è stato colpito al volto la notte scorsa dal buttafuori di una discoteca di Cracovia a seguito di una lite. Tornato a Roma, è stato accompagnato al San Camillo dalla presidente Polverini

Il viaggio della memoria organizzato dalla Regione sui luoghi della Shoah si è concluso nel peggiore dei modi per uno studente romano dell'istituto Cattaneo. E' tornato a Roma con il setto nasale rotto e il viso tumefatto. Il ragazzo è stato colpito al volto la notte scorsa dal buttafuori di una discoteca di Cracovia a seguito di una lite. Il giovane è stato portato al pronto soccorso e questa mattina ha sporto denuncia alla polizia polacca.

Tornato a Roma è stata la stessa presidente, Renata Polverini, ad accompagnarlo all'ospedale San Camillo con la sua auto. A raccontare l'accaduto all'aeroporto di Cracovia è lo stesso ragazzo, di corporatura esile e di origine orientale. Stando a quanto riferisce la notte scorsa con altri sei amici stava passando la serata in una discoteca del centro della città polacca. Uno del gruppetto dei romani però, probabilmente un po' alticcio, prosegue il racconto del ragazzo, ha vomitato sulla pista da ballo. Erano le tre passate del mattino circa. Al che, secondo il giovane, il buttafuori, descritto come un uomo grande e grosso, avrebbe trascinato via dalla pista in malo modo il ragazzo che si stava sentendo male. Immediatamente allora il gruppo dei romani è andato in soccorso dell'amico ma il buttafuori avrebbe tentato di sbatterli tutti fuori.


Quando si sono recati a ritirare le giacche al guardaroba, però, i giovani romani hanno espresso tutta la loro sorpresa quando è stato loro chiesto di pagare per il servizio, sostenendo, racconta ancora il ragazzo, che, dal momento che nessuno gli aveva avvertiti in anticipo che bisognava farlo allora se ne sarebbero andati e basta. E' stato in quel momento che il ragazzo si è sentito tirato da dietro e colpito più volte violentemente al volto. Col naso sanguinante è stato portato a braccia fuori dal locale e, non conoscendo il numero delle ambulanze polacco, hanno chiesto aiuto a una auto della polizia la quale ha chiamato una ambulanza. Qui al giovane è stata refertata una frattura al setto nasale: una parte è stata rimessa apposto a Cracovia, mentre per l'altra, spiega il giovane, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Questa mattina il ragazzo è stato accompagnato a sporgere denuncia alla polizia. Arrivato all'aeroporto di Fiumicino la presidente della regione Lazio, Renata Polverini, lo ha accompagnato con la sua auto all'ospedale San Camillo di Roma. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio della Memoria, studente del Cattaneo picchiato a Cracovia

RomaToday è in caricamento