Ponte Lanciani: striscione contro Alemanno “sionista boia”

E' stato esposto questa notte e rimosso dalla Polizia. "Alemanno sionista boia" la scritta. Su un altro striscione la scritta: “Hamas fino alla vittoria”. Al sindaco la solidarietà di Marrazzo e Zingaretti

A ncora episodi di intolleranza legati al conflitto palestinese. Dopo la proposta shock di ieri di un sindacato di boicottare i negozi ebrei della Capitale, oggi a finire nel mirino è stato il sindaco Gianni Alemanno. Due striscioni sono stati rimossi a Ponte Lanciani. Entrambi recavano la firma del movimento di estrema destra Militia.

Su uno degli striscioni la scritta: “Alemanno sionista boia”. Nello stesso striscione, lungo oltre 4 nche insulti contro il presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici. In uno striscione, invece, era stata tracciata la scritta: "Hamas fino alla vittoria".

L'episodio è riconducibile alla visita che ieri Alemanno e Pacifici hanno fatto ai negozi del ghetto per esprimere solidarietà dopo la proposta di boicottaggio.

Immediata è giunta ad Alemanno la solidarietà del presidente della Regione Piero Marrazzo. “Esprimo la mia vicinanza e solidarietà al sindaco di Roma Gianni Alemanno e al presidente della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, per gli striscioni apparsi stanotte a Ponte Lanciani”.

Da Marrazzo anche un monito a quelli che ha definito gli autori della bravata. “Sappiano che non abbasseremo la guardia sui temi della tolleranza e della salvaguardia di principi sanciti dalla nostra Costituzione. Per il semplice motivo che questo porterebbe all'imbarbarimento della società italiana ed al prevalere di logiche antidemocratiche già sconfitte dalla storia".

Anche dal presidente della provincia Zingaretti parole di solidarietà per Alemanno. “Voglio esprimere la mia solidarietà al sindaco, Gianni Alemanno, e al presidente della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, per gli ignobili striscioni comparsi questa notte e prontamente rimossi in un quartiere della Capitale”.

“Purtroppo”, ha proseguito Alemanno, “si tratta dell'ennesimo gesto di intolleranza, ad opera dei soliti imbecilli, assolutamente inaccettabile e che nessuno di noi deve sottovalutare. Episodi come questo confermano che tutto quello che è stato fatto finora non è abbastanza, perché si torni a respirare nella nostra città un clima più sereno e perché vengano definitivamente eliminati a tutti i livelli i gravissimi rigurgiti antisemiti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento