Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Tor di Valle / Via Ostiense

Stadio, prove di dialogo tra As Roma e Comune: resta il nodo delle Torri

In Campidoglio venerdì 25 la Giunta Raggi ha incontrato Parnasi ed il Dg dell'As Roma Baldissoni. Per il club gialloroso: "Il punto fermo resta il progetto in Conferenza dei Servizi". Italia Nostra offre invece una sponda a Berdini

Si è svolto in Campidoglio un nuovo incontro tra il Dg dell’As Roma, il patron di Parsitalia Luca Parnasi ed alcuni rappresentanti della Giunta Raggi. Si è trattato del primo appuntamento dopo le dichiarazioni rilasciate dall’Assessore Berdini,  presente con Frongia e Meleo all’appuntamento di venerdì mattina.

MIGLIORARE IL PROGETTO - “E’ stato uno degli incontri per capire insieme come migliorare il progetto nell'interesse dei cittadini. Ce ne saranno altri per portare avanti il dialogo, vista la complessità dell'intervento” ha commentato il Vicesindaco Frongia, al termine del vertice. Per il Direttore Generale giallorosso si è trattato di “un incontro positivo ma è stato solo uno tra quelli che abbiamo avviato con il Comune e ce ne saranno altri. Stiamo approfondendo il progetto con l'amministrazione cittadina che lo sta conoscendo sempre di piu' visto che l'aveva partorito la precedente". 

IL PUNTO FERMO - Entrando nel merito del progetto, il Direttore Generale Baldisso ha spiegato che "stiamo valutando tutte le ipotesi e le possibilità di migliorarlo ma  sempre con l'unico punto fermo che deve essere compatibile con il procedimento in corso, che e' ovviamente il progetto in Conferenza dei servizi". La linea dell'As Roma sembra dunque quella di apportare dei correttivi. Quella che invece Berdini aveva suggerito, durante una recente seduta di Commissione alla Pisana, è una sorta di rivoluzione. In cui, a finire sull'altare sacrificale, erano state le Torri di Libeskind.

LE TORRI ED ITALIA NOSTRA - A supporto dell'Assessore Capitolino, è intanto tornata a schierarsi Italia Nostra Roma. In un comunicato l'Associazione ambientalista fondata da Cederna, ha esortato  “La Giunta di Roma Capitale ad avere il coraggio di seguire la linea ferma di Berdini”. Dunque "Stadio si ma grattacieli no" taglia corto la nota . Alla Giunta Raggi spetterebbe dunque il compito di “predisporre l'atto formale" con cui procedere alla modifica richiesta. E dovrà anche cercare "una soluzione alternativa all'area di Tor di Valle" altrimenti la squadra di governo capitolina passerebbe " per l''esecutrice testamentaria della Giunta Marino". Il dialogo continua, nonostante le posizioni distanti. Da una parte Berdini, interessato a realizzare lo Stadio "anche domani". E dall'altra quanti vorrebbero mantenere il più possibile le cubature, e quindi le opere pubbliche, su cui in passato è stato votato l'interesse publico. Un dialogo complicato, per certi versi appena agli inizi. Dopodutto, com'è stato ricordato anche oggi, "il progetto è stato partorito dalla precedente amministazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio, prove di dialogo tra As Roma e Comune: resta il nodo delle Torri

RomaToday è in caricamento