menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distrugge il cancello dell’ex compagna, arriva un poliziotto e gli stacca dito con un morso

Costretto alle cure dell'ospedale anche un secondo poliziotto. Le violenze ai Castelli Romani

Gli ha staccato la falange del dito con un morso mandando all’ospedale anche il suo collega. Vittime due poliziotti aggrediti da un giovane che, come una furia, si è scagliato contro i due intervenuti dopo la richiesta d’aiuto dell’ex compagna, barricata nella sua casa ai Castelli Romani per sfuggire alle ire del ragazzo. 

I fatti sono accaduti intorno alle 20:00 di sabato sera in un’abitazione di Marino, Comune dei Castelli alle porte di Roma dopo la richiesta di aiuto di una ragazza impaurita. Davanti la sua abitazione l’ex compagno, un 27enne, armato di un martello, deciso a buttare giù il cancello dell’abitazione della sua ex. 

Sul posto arrivano le volanti ma alla vista degli agenti il giovane riversa la sua violenza contro i due poliziotti. Fermato non senza difficoltà dopo averli colpiti a calci e pugni mette in atto l’estremo atto di violenza. Con un morso il ragazzo afferra fra i denti il dito di uno degli agenti e gli strappa via una falange. Fra le urla ed il sangue che fuoriesce dalla mano dell’agente ferito, i poliziotti riescono con l’aiuto di altri colleghi a fermare il giovane.

Ad avere la peggio i due agenti, entrambi costretti alle cure dell’ospedale con uno dei due sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per riattaccare la falange staccata a morsi dal giovane. Venticinque i giorni di prognosi per il poliziotto, con il collega refertato con cinque giorni per alcune contusioni. 

Accompagnato negli uffici del commissariato Marino di polizia l’aggressore è stato identificato in un 27enne romano ed arrestato con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento