Cronaca Prenestino / Via di Acqua Bullicante, 4

Paura all'ospedale Vannini, aggredisce vigilanti e spruzza spray urticante nel Pronto Soccorso

I carabinieri, allertati dal personale medico dell'ospedale, sono accorsi sul posto e dopo una indagine hanno identificato il presunto responsabile

Paura nella serata del 10 settembre, al Pronto Soccorso dell'ospedale Vannini di Roma. Un uomo, entrato nella sala d'aspetto intorno alle 23, ha iniziato ad utilizzare una bomboletta di spray urticante spruzzando il contenuto contro due addetti alla scurezza del plesso, rimasti poi feriti. 

A dare l'allarme, sono stati proprio i sanitari del nosocomio in via di Acqua Bullicante 4. Sul posto i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e di Torpignattara che, raccolte le testimonianze dei presenti, hanno avviato una indagine. 

Poco dopo, il presunto responsabile del fatto, è stato rintracciato nei pressi della casa della madre, a pochi chilometri dall'ospedale. L'uomo, un 38enne romano, una volta viste le gazzelle dei carabinieri ha tentato anche una fuga fermando un taxi, ma è stato bloccato. 

Identificato e portato in caserma, è stato denunciato. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il 38enne aveva accompagnato in ospedale un uomo che lui stesso aveva picchiato in precedenza. Una volta giunti al Pronto Soccorso dell'ospedale Vannini, gli addetti alla vigilanza hanno però vietato l'ingresso al 38enne, in rispetto delle norme anti Covid.

Un divieto non accettato, però, dall'uomo che ha così spruzzato lo spay urticante contro gli addetti alla sicurezza (rimasti feriti con 10 e 2 giorni di prognosi), e successivamente per tutto il Pronto Soccorso rimasto chiuso, per permettere la pulizia della sala, dalle 23 fino alle 3 del mattino dell'11 settembre. Il 38enne è accusato di resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura all'ospedale Vannini, aggredisce vigilanti e spruzza spray urticante nel Pronto Soccorso

RomaToday è in caricamento