Cronaca San Lorenzo / Via dei Lucani

A San Lorenzo si spara per sanare offese. Fermato l'uomo che ha gambizzato un imprenditore

L'aggressore è tornato nella fabbrica di ombrelloni di via dei Lucani armato di pistola dopo aver avuto un precedente diverbio con la vittima

La fabbrica di ombrelloni di via dei Lucani a San Lorenzo

Gambizzato per una presunta offesa. C'è un fermo per la gambizzazione del titolare della fabbrica di ombrelloni di San Lorenzo, ferito alla gamba con un colpo di pistola nel pomeriggio di ieri 20 febbraio. Un tentato omicidio che aveva avuto un prologo quando la vittima, dopo aver sentito un odore sgradevole, era uscita in strada affermando: "ma che è questa puzza". A sentire le parole del 35enne un passante, offeso da quanto ascoltato, che si è poi rivolto all'imprenditore in maniera brusca: "Ce l'hai con me?". Risentito del fatto che l'offesa fosse rivolta a lui direttamente, il passante ha avuto un primo alterco verbale con l'imprenditore di 35 anni. Risolta la questione l'uomo è andato via mentre il commerciante è tornato nella fabbrica di ombrelloni e materiale da giardino.

Gambizzato a San Lorenzo per una offesa 

La lite verbale, avvenuta intorno alle 16:30, sembrava essere terminata, ma un'ora dopo il 51enne si è presentato armato di una pistola all'interno della fabbrica di ombrelloni e dehors. Deciso a sanare l'offesa, il romano ha cominciato a chiedere ai dipendenti del negozio chi fosse il titolare. Dopo diverse insistenze lo stesso si è presentato davanti a chi lo cercava: "Sono io il titolare, come posso aiutarla".

Spari in via dei Lucani a San Lorenzo

Poco propenso a farsi aiutare, il 51enne ha quindi attuato la propria vendetta, prima colpendo l'imprenditore alla testa con il calcio della pistola e poi sparando due colpi, uno dei quali andato a segno e conficcatosi nella gamba destra del 35enne. Trasportato al Policlinico Umberto I dal padre, la vittima è stata operata ma non è in pericolo di vita.

Gambizzato titolare fabbrica di ombrelloni di San Lorenzo

Allertati i carabinieri della Compagnia piazza Dante e quelli del Nucleo Radiomobile di Roma, i militari hanno ascoltato la testimonianza del 35enne che ha riferito loro di non conoscere il suo aggressore. Invitato a pensare bene a cosa potesse essere accaduto l'imprenditore ha raccontato della lite verbale avuta poco prima di essere gambizzato su via dei Lucani.

Fermato un uomo per la sparatoria di via dei Lucani

Fornita una descrizione dell'uomo con il quale aveva discusso poco prima, la vittima ha poi riconosciuto lo stesso tramite una foto segnaletica. Già conosciuto alle forze dell'ordine, i carabinieri del Nucleo Investigativo di via in Selci lo hanno atteso nei pressi della sua abitazione a San Lorenzo e lo hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria con l'accusa di tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione. 

Gambizzato per una offesa 

Una vicenda assurda, quella ricostruita dai carabinieri, che dimostra quanto nella Capitale possano nascondersi insidie inaspettate e quanto si possa rimanere vittime di gambizzazioni per futili motivi. Fermato il 51enne ritenuto colpevole della gambizzazione, l'arma, una pistola semiautomatica, non è ancora stata ritrovata. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Lorenzo si spara per sanare offese. Fermato l'uomo che ha gambizzato un imprenditore

RomaToday è in caricamento