menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Spari ad Ostia, gambizzato in strada il cognato di Roberto Spada

Il 51enne si è presentato all'ospedale Grassi di Ostia con una ferita al polpaccio. La vittima non è in gravi condizioni

Si torna a sparare ad Ostia, in via Antonio Forni, cuore del fortino del clan Spada. Vittima un uomo di 51, cognato di Roberto Spada condannato all'ergastolo in primo grado per associazione mafiosa e noto alle cronache anche per la testata al giornalista della Rai Daniele Piervincenzi, che gli è costata la condanna in via definitiva a 6 anni di carcere

Il 51enne è arrivato all'ospedale Grassi con una ferita al polpaccio. Un colpo compatibile con una ferita d'arma da fuoco. Così il personale sanitario del nosocomio di via Passeroni ha allertato i carabinieri.

I militari dell'Arma hanno sentito la versione dell'uomo che, però, appare lacunosa. Prima ha raccontato di essere arrivato da solo in ospedale, poi in un secondo momento invece che era stato accompagnato dalla sorella, la moglie di Roberto Spada.

Dopo una serie di domande, il 51enne ha poi raccontato che mentre stava camminando in via dei Forni, intorno alle 17, ha sentito "come un botto" e poi "ha visto il sangue" uscire dalla gamba terminando poi la sua versione sottolineando di non aver visto nessuno vicino a lui.

Sul caso indagano i carabinieri di Ostia che lavorano anche per verificare la versione del cognato di Roberto Spada. Si indaga anche sul passato dell'uomo e sul possibile avvertimento avvenuto nel cuore del feudo del clan Spada. La vittima non è in gravi condizioni ed è stato medicato per le ferite riportate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento