Spari nel corso di una lite per una donna contesa, indagano i carabinieri

Gli attimi di paura sono stati vissuti in via Valle Macerina a Colleferro. La pistola usata per esplodere i colpi di un agente della polizia penitenziaria

Prima la lite, poi gli spari. Al centro dell'interesse di due uomini una donna contesa. Gli attimi di paura sono stati vissuti intorno alle 22:00 di giovedì sera in pieno centro a Colleferro quando numerose telefonate alle forze dell'ordine hanno indicato l'esplosione di diversi colpi di arma da fuoco. A venire alle mani due uomini, un cittadino macedone di 57 anni ed un agente della polizia penitenziaria di 45 anni, rispettivamente ex fidanzato ed attuale compagno di una donna bulgara 51enne.

LA LITE - Ancora da accertare con esattezza la dinamica dell'accaduto, secondo quanto ricostruito sino a questo momento dagli investigatori i due avrebbero dato vita ad una lite sul pianerottolo di un appartamento di via Valle Macerina, a due passi dal centralissimo corso Turati. In particolare l'assistente di polizia penitenziaria (in servizio al carcere romano di Rebibbia) era andato dalla 51enne bulgara ma sul pianerottolo ha poi trovato l'ex fidanzato della donna. Il cittadino straniero avrebbe quindi strattonato la donna contesa scatenando l'inevitabile reazione del 45enne. 

GLI SPARI - Degli attimi concitati nei quali sono poi stati esplosi diversi colpi di pistola. Resta da accertare chi abbia sparato, ma dai primi riscontri sembra che a premere il grilletto sia stato il cittadino macedone dopo essere riuscito, nel corso della colluttazione con il 45enne, a prendergli la pistola regolarmente detenuta. Esplosi i colpi, con alcuni bosoli poi trovati sul pianerottolo dell'abitazione di via Valle Macerina, nessuno è rimasto fortunatamente ferito con un proiettile che ha però infranto il vetro di un'auto parcheggiata in sosta in strada. 

INDAGINI DEI CARABINIERI - Allertate le forze dell'ordine sul posto sono arrivati per primi i carabinieri e poco dopo gli agenti di polizia. Trovati i due litiganti ancora nella zona di corso Turati i due sono stati riportati alla calma ed accompagnati entrambi all'ospedale di Colleferrro con delle lievi ferite, nessuna causata però dagli spari. I due sono stati denunciati dai carabinieri della Compagnia di Colleferro, che indagano sull'accaduto. Sulla vicenda è stata informata la Procura della Repubblica di Velletri a cui spetterà ricostruire l'accaduto. La pistola è stata invece sequestrata per gli accertamenti di rito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento